A2 F - Alpo Basket: grande fatica per domare lo Stabia

15.01.2017 00:21 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 116 volte
A2 F - Alpo Basket: grande fatica per domare lo Stabia

Inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno l’Ecodent Point Alpo che supera, non senza fatica, il Basket Femminile Stabia: il +10 finale (68-58) è forse ingeneroso per le ospiti che hanno condotto nel punteggio per diversi minuti e si sono arrese soltanto nell’ultimo quarto, terminato 24-10 per l’Alpo Basket. Buon esordio per Marta Granzotto, in campo ben 28 minuti pur partendo dalla panchina: tanta energia e tanta difesa per l’ex Vigarano che ha catturato 6 rimbalzi e ha servito 4 assist, a fronte dei soli 2 punti messi a segno. MVP del pomeriggio veronese, ancora una volta, Maki Dzinic: 26 punti con 11/12 dal campo, 8 rimbalzi e 32 di valutazione. Le ospiti hanno pagato la partita cortissima e hanno giocato praticamente in 6, arrivando col fiato corto nell’ultimo decisivo quarto di gioco.

Si comincia annotando un’assenza per parte, Zanella per l’Alpo e Minervino per Stabia, entrambe out per infortunio: primo quarto all’insegna dell’equilibrio, con le campane che sembrano più toniche e si portano sul 10-15 costringendo coach Soave ha chiamare time-out. Due canestri di fila di Reani riducono lo strappo (14-15), ma nel finale di quarto sale in cattedra Potolicchio che infila la tripla del 14-19 con cui si chiude il primo periodo di gioco. Nel secondo quarto arriva quasi subito il pareggio veronese grazie alla tripla di Vespignani (21-21) e la contesa rimane punto a punto: Di Costanzo riporta avanti Stabia (21-25) prima del parziale interno di 12-3 concluso da due cesti di Dzinic per il 33-28. Per le ospiti O’Dwyer tiene a contatto Stabia (33-30), la solita Dznic completa un’azione da tre punti e si va all’intervallo lungo dopo i tiri liberi di Innocenti (36-34).

Nel terzo quarto il punteggio si abbassa perché dopo 6 minuti di gioco il parziale è di 4-5 (40-39): l’Ecodent Point “litiga” con il canestro (3/13 dal campo in questa frazione) e Stabia ne approfitta per operare il sorpasso con Ortolani (40-41). Sul 42-43 arriva il fallo tecnico alla panchina di casa e le bianco-celesti lo sfruttano chiudendo il periodo sul +4 (44-48). L’ultima frazione inizia con i cesti di Reani e Bottazzi che valgono il pareggio (48-48), O’Dwyer commette il suo quinto fallo sull’azione da tre punti di Reani (51-48) e Dznic chiude il break di 9-0 che cambia drasticamente l’inerzia del match (53-48). Di Costanzo interrompe il digiuno ospite, prima di 6 punti filati di Dznic che scatenano gli applausi del pubblico di Villafranca (59-53). Stabia è dura a morire, coach Massaro propone la zona e Innocenti mette i liberi del 60-56. Le biancoblù stavolta sono ciniche e, nonostante qualche errore di troppo dalla lunetta, mettono in ghiaccio il match con il canestro della staffa di Vespignani.