A1 F - Playoff: Napoli supera la Reyer Venezia e la porta a Gara3

09.04.2017 00:11 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 111 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
A1 F - Playoff: Napoli supera la Reyer Venezia e la porta a Gara3

L’Umana Reyer, ancora orfana della sua “gladiatrice” Martina Sandri, nonostante il grande impegno profuso, non riesce nell’impresa di “sbancare” il Pala Caravita per cui il passaggio alle Semifinali dovrà necessariamente attendere la “bella” di mercoledì 12.

L’avvio della prima frazione vede entrambe le formazioni concentratissime, consapevoli dell’importanza della posta in palio. A vuoto i primi tentativi su entrambi i fronti, è Gemelos ad aprire le danze. Sempre lei piazza la tripla del 5 a 0. Ruzickova da sotto rimedia ma Gemelos sembra scatenata e riallunga (7-2 a -7,12). Walker mette a segno 4 punti in rapida successione che riavvicinano le veneziane ad un solo punto. La tatuatissima numero 23 partenopea insacca da oltre l’arco, poi Plaisance fa valere la sua stazza da sotto e riallunga sul 12 a 6. Le veneziane sembrano incassare il colpo e dopo i canestri di Gray e Gemelos, che valgono il vantaggio in doppia cifra, coach Liberalotto “spende” il suo primo time out tentando di interrompere la furia offensiva delle biancarancio. L’energia invocata da Nino Molino prima della gara viene espressa con “rabbia” dalle sue ragazze e le reyerine stentano ad arginarla. Micovic trova il fondo della retina napoletana ma Gray da sotto replica immediatamente per il 18 a 9 a 100 secondi dal buzzer parziale. Un’altra azione da tre punti di Gray aumenta ulteriormente il distacco (21 a 9). E’ Fontenette a farsi carico delle responsabilità con una bruciante penetrazione ed un tiro libero. L’ultimo possesso è per l’Umana che a poco più di un secondo dalla chiusura parziale riesce a ridurre il gap ancora con Fontenette chiudendo sul 21 a 14. Il secondo periodo vede l’esperienza di Plaisance avere la meglio sulla fisicità di Cubaj. Ruzickova da sotto ricuce ma ancora Plaisance dalla lunetta scava un piccolo “solco” (25-16 a -8,40).

Walker da 3 punti e Dotto con una delle sue tipiche “incursioni” nel pitturato costringono il coach di casa a “rifugiarsi” a sua volta nel time out sul 25 a 21. Il minuto di pausa sembra mettere ordine nelle azioni della Saces Mapei che concretizza al meglio il rientro sul parquet con la tripla di Cinili. Anche Carta si cimenta dalla lunga e Napoli riprende il “volo” (31 a 23). Ruzickova e Dotto trascinano le compagne riportandole sotto (31-25 a-5,00). Il sottomano di Fontenette vale il -4 e il canestro successivo di Favento a -3,10 il -1. Un’errore sotto misura del biondo centro orogranata viene subito punito da Carta che ristabilisce le distanze (33-29 a -2,33). Favento dimostra sangue freddo da oltre l’arco e riavvicina i propri colori (33-32 a- 1,28). Un po’ di sfortuna nelle conclusioni impedisce il riaggancio che però sembra nell’aria. Purtroppo per l’Umana, Walker alla ricerca di un contatto falloso, forza da sotto e le formazioni rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 33 a 32.

Si riprende dopo l’intervallo lungo con Walker che si fa “perdonare” trovando dopo una manciata di secondi il primo vantaggio (33 a 34). Venezia potrebbe anche incrementare il break a suo favore ma Carangelo dalla lunga trova per due volte solo il ferro. Micovic si fa fischiare un antisportivo su Gemelos che impatta. La tensione in campo è palpabile e i contatti duri si sprecano. Walker in semigancio, Fontenette dalla “linea della carità” e Walker dopo un rimbalzo in attacco, fermano il tabellone sul 34 – 39 a -4,44. Napoli ci crede e imprime una brusca accelerata aumentando anche l’intensità difensiva. Gonzalez sa essere “spietata” dalla lunga e riporta ad un solo possesso la Saces Mapei. Beatrice Carta “arma” il suo braccio da tre punti e Napoli rimette avanti la testa di un’incollatura (40-39). Gonzalez è precisa ai liberi ma l’Umana non sembra intenzionata a “mollare”. Ancora Carta non sbaglia dai 6,75 trovando per due volte il fondo della retina orogranata e chiudendo il terzo quarto sul 48 a 43. Gli ultimi 10′ non iniziano bene per le veneziane che vedono Cinili e Gray aumentare in un battito di ciglia il divario (52-43) dopo nemmeno un giro di lancette.

Walker rinserra le fila riaccendendo le speranze di rimonta e Ruzickova vanifica il tentativo di Gray con una puntuale stoppata. La precisione da oltre l’arco delle padrone di casa punisce ancora una volta la difesa lagunare che vede allontanarsi sempre più le avversarie (55-45). Micovic si fa valere dalla stessa distanza ma la seconda stoppata subita da Gray, questa volta da Walker, viene considerata irregolare dalla terna arbitrale e i due tiri liberi che ne conseguono riportano le campane sul +9 (57-48 a-5,55). Cubaj, ben servita sotto il ferro “sfodera” un gancio di ottima fattura ma ancora una volta Gemelos dai quattro metri si dimostra inesorabile (60-50 a-4,36).Gray, un po’ in ombra in attacco fino a questo momento, trova tre punti importanti che sembrano far pendere l’ago della bilancia definitivamente a favore di Napoli. Walker è efficace sotto i cristalli ma il cronometro scorre impietoso e il vantaggio in doppia cifra è rassicurante per le padrone di casa.

Carta, questa sera è una “serial killer” e deposita nel canestro veneziano, subito imitata dall’oramai rinfrancato centro colored napoletano che aggiunge al solito “bottino” di rimbalzi anche ulteriori punti chiudendo a quota 16. Solo Walker trova con una certa continuità la via del canestro ma l’inerzia della gara è saldamente nelle mani partenopee. Ultimi sussulti sul parquet con Gemelos che risponde dalla lunga a Ruzickova e Micovic che appoggia al tabellone chiudendo il match sul 71 a 58. Tutto rimandato, quindi, a mercoledì con l’Umana che dovrà far valere il favore campo in una gara da “dentro o fuori”.

Quarti di Play Off – Gara 2: Saces Mapei Givova Napoli – Umana Reyer Venezia 71-58
(Parziali: 21-14; 33-32; 48-43)

Saces Mapei Givova Napoli: Pastore, Cinili 5, Carta 16, Chesta, Gonzalez 9, Dentamaro, Sorrentino n.e., Gray 16, Gemelos 19, Plaisance 6
Umana Reyer Venezia: Micovic 8, Melchiori, Carangelo, Cubaj 2, Ruzickova 8, Dotto 6, Castello n.e., Fontenette 10, Walker 19, Favento 5

Totali di squadra:
Saces Mapei Givova Napoli: tiri da 2 15/33, tiri da 3 10/19, t.l. 11/13, rimb. dif. 31, rimb. off. 7, p.p. 14, p.r. 14, assist 13
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 20/51, tiri da 3 5/16, t.l. 3/5, rimb. dif. 20, rimb. off. 12, p.p. 12, p.r. 16, assist 4