A1 F - Playoff, Broni: «Su con il morale, puntiamo a gara 3»

Mezzadra, ds del Broni, suona la carica e dice: voltiamo pagina
07.04.2017 10:40 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 118 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Marco Mezzadra
Marco Mezzadra

Nonostante il pesante ko di martedi sera al PalaTagliate di Lucca (35-85), il morale in casa Techedge Broni rimane alto, in vista di gara due dei quarti di finale dei playoff scudetto, in programma sabato sera (palla a due ore 20.30) al PalaBrera. «Il nostro obiettivo è quello di arrivare a gara tre – suona la carica il direttore sportivo Marco Mezzadra – sarà complicato, difficile, però noi andremo in campo con questo scopo. Quello che è successo l’altra sera va subito dimenticato, bisogna voltare pagina e sabato sera sarà un’altra partita. Ricordo che avevamo perso una partita simile a Venezia nel girone di andata, poi al ritorno abbiamo vinto di 13 punti. Il basket è bello perché tutte le partite partono 0-0. Mi auguro che il pubblico risponda alla grande perché le ragazze e lo staff meritano un grosso applauso». «Lucca è una delle squadre che da diversi anni disputa finali scudetto e di coppa Italia – continua il ds Mezzadra – una formazione costruita per fare grandi cose, che negli ultimi nove giorni aveva giocato una sola partita. Mentre noi ne avevamo tre nelle gambe, con un roster ridotto all’osso e con le ragazze che dopo i primi due quarti erano molto stanche, perché stanno tirando la carretta in sei o sette da troppo tempo». «Stiamo onorando al meglio questi quarti di finale – aggiunge Mezzadra – ma il nostro scudetto lo abbiamo vinto a Vigarano, quando abbiamo ottenuto la salvezza senza passare dai playout. Poi con grande forza e determinazione siamo riusciti ad eliminare Umbertide. Adesso siamo seduti al tavolo delle grandi, tra le prime otto d’Italia. Sentiamo di meritarcelo, perché durante tutto il campionato, a rotazione, un mese alla volta, abbiamo dovuto fare a meno di una delle nostre straniere, tutte colpite da infortuni traumatici, senza contare gli altri infortuni che a raffica hanno falcidiato la squadra. Abbiamo sicuramente pagato tutto questo, ma nonostante tutto siamo arrivati, al nostro primo anno di serie A1, settimi, considerando che abbiamo il doppio confronto vinto con Vigarano». (f.scab.)