A1 F - La Reyer Venezia perde ancora all'overtime e in finale ci va Lucca

Ancora una volta, supplementare amaro per l’Umana Reyer, che chiude comunque con onore la stagione, eliminata da Lucca nella semifinale scudetto.
03.05.2016 23:23 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 223 volte
Fonte: Ufficio stampa Reyer Venezia
A1 F - La Reyer Venezia perde ancora all'overtime e in finale ci va Lucca

Partita, giocata davanti a 1630 sostenitori orogranata e sotto gli occhi del ct della Nazionale Capobianco, molto fisica fin dalle prime battute, con netta prevalenza delle difese sugli attacchi, anche per il metro arbitrale molto permissivo (soli due falli fischiati nei primi 10′: uno sfondamento di Fontenette e un contatto a centrocampo di Pan su Reggiani sull’ultimo contropiede a -4” dall’intervallo breve; nessuno contro Lucca nonostante una difesa sempre al limite). Nella prima metà di quarto, così, arrivano solo quattro canestri: quelli dell’iniziale 4-0 di Fontenette e Ruzickova, due punti fortunosi dell’ex Francesca Dotto e ancora Ruzickova per il 6-2 al 4′. Un parziale di 0-6, con Wojta in particolare evidenza, porta avanti le ospiti al 6′, ma l’equilibrio, con pochi canestri, permane fino alla fine del quarto (10-12). In apertura di secondo parziale, un contropiede ancora di Wojta dà il massimo vantaggio (+4, 10-14, all’11) a Lucca, poi la partita procede a strappi: allungo Umana Reyer con l’8-0 che vale il 18-14 al 14′; risposta lucchese con lo 0-6 che sancisce il 18-20 al 16′. La partita procede con molte palle perse (10 Umana Reyer, 9 Lucca all’intervallo lungo) e pochi canestri, così Carangelo, a 7” dalla fine del quarto, può ritrovare la parità a quota 22.

La ripresa si apre con due triple (Crippa e Sandri) e una bella stoppata di Pan su Crippa. L’equilibrio permane anche dopo il canestro di Harmon e il 2/2 dalla lunetta di Christmas, la bomba di Francesca Dotto e quella di Pan (30-30 al 24′). L’Umana Reyer porta subito dopo Lucca a spendere il bonus e prova ad allungare con la tripla di Sandri e il canestro di Ruzickova che costringono coach Diamanti a chiamare time out a metà quarto. Al rientro in campo, sono quattro falli fischiati in 44” alla difesa orogranata a permettere alle ospiti di tornare avanti (37-38 al 27′), con un finale fatto di allunghi e controrisposte: Fontenette fa +3 (41-38 a – 1’31”), Pedersen e Wojta riportano avanti Lucca di uno, anche se, a chiudere il parziale, è la tripla di Caterina Dotto dall’angolo per il 44-42. Nell’ultimo periodo, l’attacco dell’Umana Reyer fatica a sbloccarsi, così i due punti di Ruzickova valgono solo la parità a quota 46 al 32′. Quattro punti di fila dell’ex Francesca Dotto danno però il 46-50 alle ospiti, costringendo coach Liberalotto a chiamare time out al 34′. Christmas riscatta una palla persa con il coast to coast del -2. La zona 3-2 dell’Umana Reyer funziona ed è così sorpasso al 35’25” (52-50), con Wojta che interrompe il minibreak, ma le risponde subito Carangelo. Diamanti chiama time-out, con la partita, al rientro in campo, che si accende dal punto di vista dell’agonismo. A smuovere il punteggio è Harmon, che, a 2’33” dalla fine, non concretizza un gioco da tre punti, ma impatta sul 54-54. A -1’47”, Fontenette ruba palla e si invola per il 56-54, con l’immediata risposta ancora di Harmon. Si entra nell’ultimo minuto con il canestro (-57”) di Francesca Dotto per il 56-58. Dopo il time out di Liberalotto, Fontenette inventa letteralmente il sottomano del pareggio a -39”. A -18”, Carangelo ruba palla con un bell’anticipo difensivo su Francesca Dotto, ma il seguente fallo di Pedersen, terzo personale e di squadra, sul contropiede di Christmas non viene considerato antisportivo. C’è quindi solo rimessa, con Fontenette che perde palla in palleggio a -6”, ma Harmon fallisce l’ultima tripla ed è quindi supplementare.

Overtime che si apre con la tripla di Francesca Dotto, mentre Fontenette e Christmas non sono altrettanto precise dall’arco, così come Harmon, che fa 0/2 dalla lunetta sul quarto fallo di Christmas. Le squadre sono stanche e si vede con gli errori, ancora nel tiro pesante, di Carangelo e Bagnara, prima dei tre punti di Carangelo che valgono il 63-63 a -2’11”. Wojta riporta subito avanti Lucca, così come fa Ruzickova con il gioco da tre punti a -1’24” (66-65). Uno sfondamento non sanzionato a Pedersen apre a Crippa il tiro del 66-67 a -1’06”. Carangelo recupera un pallone dopo l’errore da 3 di Ruzickova, ma Fontenette lo perde a 22″ dalla fine. Carangelo fa fallo su Francesca Dotto che, dalla lunetta, è infallibile: 64-67. Poi Carangelo prende un tiro fuori dagli schemi che permette, a -2″, a Harmon di chiudere i conti sul 64-68 con l’1/2 dalla lunetta. I 1630 hanno comunque tributato un grande applauso alle orogranata autrici di un’ottima stagione che ha confermato la crescita del gruppo di coach Liberalotto.

Umana Reyer Venezia-Gesam Gas Lucca 64-68 D1TS

Parziali: 10-12; 22-22; 44-42; 58-58

Umana Reyer: Carangelo 9, Porcu ne, Christmas 8, Pan 3, Bagnara 2, Sandri 6, Formica 2, Ruzickova 19, Dotto C. 5, Zecchin ne, Cubaj ne, Fontenette 10. All.: Liberalotto.
Gesam Gas: Viale ne, Templari, Dotto F. 18, Wojta 18, Reggiani, Harmon 17, Crippa 9, Gaeta ne, Laterza ne, Mandroni ne, Pedersen 6, Gatti ne. All. Diamanti.