A1 F - La legge del Taliercio vale anche per Lucca, vince la Reyer di due punti

11.02.2017 22:55 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 127 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Fontenette (20 punti)
Fontenette (20 punti)

Grande vittoria dell’Umana Reyer, che mantiene l’imbattibilità del Taliercio e torna al secondo posto in classifica dopo il 60-58 sulla Gesam Gas Lucca, appena la seconda sconfitta stagionale per la capolista della serie A1.

Fin dalle prime battute si capisce che sarà un match agonisticamente molto intenso, con entrambe le difese molto aggressive e Lucca che è la prima a tentare l’allungo (4-7 al 3′), ma l’Umana Reyer risponde con un’ottima circolazione di palla, che determina un parziale di 8-0, ed è così 12-7 al 6′. Le ospiti tornano a segnare dopo 3’30”. La Gesam Gas difende al limite e questo provoca molte palle perse (6) per le orogranata, che, con l’ex Ruzickova protagonista, mantengono comunque cinque punti di vantaggio prima dei liberi di Harmon per il 18-15 dopo 10′.
Il secondo quarto si apre con la tripla di Favento (primi punti “italiani” dell’Umana Reyer) che riscrive sul +6 (21-15) il massimo divario tra le due squadre, ma Lucca non si arrende e, anzi, con un parziale di 0-9, al 14′ è avanti 21-24. Walker è la prima a spendere tre falli, ma le orogranata riescono ad adeguarsi al metro arbitrale e impattano a quota 25 subito dopo metà quarto, allungando nel finale (quando arriva al terzo fallo anche Francesca Dotto), con 5 liberi su 6 a segno, fino al 32-27, anche se Battisodo, sulla sirena, mette a segno il non facile canestro del 32-29.
Walker torna in campo ad inizio del secondo tempo, che si apre proprio con il suo canestro per il 34-29, poi però Lucca attua il suo piano tattico: appoggio dell’attacco su Harmon, per sfruttare la situazione falli della numero 44, e difesa aggressiva, che mette in difficoltà l’attacco orogranata. Ne scaturisce un parziale di 2-12, con coach Liberalotto che chiama time out poco prima di metà quarto sul 36-41. La difesa a zona ordinata dalla panchina dell’Umana Reyer dà quindi buoni frutti e, nonostante il quarto fallo di Walker, le orogranata chiudono il periodo sotto solo 42-46.
Che l’inerzia sia cambiata si capisce meglio in avvio di ultima frazione, con Sandri che impatta a quota 46 al 31’30” e le due triple consecutive di Fontenette e Caterina Dotto che danno il 52-46 al 33′. Dopo il parziale di 10-0, Lucca si sblocca con Wojta dopo un rimbalzo offensivo, ma il gioco corale dell’Umana Reyer porta al 55-50 al 34’30”, su un canestro di Micovic su bell’assist di Ruzickova. La tensione si fa sentire e le squadre non segnano più per quasi 3′: a tornare a muovere il punteggio è Francesca Dotto, ma le risponde subito Micovic con una tripla aperta su assist di Carangelo. I liberi di Fontenette a 1’17” dalla fine danno il nuovo massimo margine del match all’Umana Reyer, anche se Lucca riesce a riavvicinarsi fino al -2 (60-58) a 35” dalla sirena, dopo un recupero al limite del fallo di Francesca Dotto. Negli ultimi possessi, Sandri sbaglia a 4” dalla fine dei 24”, ma l’ultimo tiro di Harmon si spegne sul ferro e la vittoria è quindi per le ragazze di Liberalotto.

Umana Reyer Venezia – Gesam Gas Lucca 60-58

Parziali: 18-15; 32-29; 42-46

Umana Reyer: Micovic 8, Melchiori, Carangelo 2, Sandri 4, Cubaj ne, Ruzickova 15, C. Dotto 3, Fontenette 20, Walker 5, Favento 3. All. Liberalotto.

Gesam Gas Lucca: Battisodo 6, Landi ne, Tognalini 3, Pedersen 7, F. Dotto 6, Wojta 14, Harmon 16, Crippa 4, Miccoli ne, Salvestrini ne, Ngo Ndjock 2, Mandroni ne. All. Diamanti.