A1 F - Famila Schio supera Broni in scioltezza

18.02.2018 20:49 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 125 volte
Fonte: Vicenza Report
A1 F - Famila Schio supera Broni in scioltezza

Ampia vittoria per il Famila Wuber Schio nell’ultima gara della regular season di Gu2to Cup, campionato di serie A1 di basket femminile. Questa sera, al PalaRomare, le arancioni hanno infatti travolto, con il risultato di 88-43, le biancoverdi della Pallacanestro femminile Broni 93. Fin dalle prime battute, la gara delle 18 è stata nelle mani delle padrone di casa, che hanno concesso ben pochi spazi alle avversarie. Cinque le atlete scledensi in doppia cifra: Yacoubou (17 punti, ai quali vanno aggiunti 10 rimbalzi), Miyem (15), Tagliamento (12), Zandalasini e Macchi (11 punti per ciascuna).

Avvio deciso di Schio, subito a referto con Yacoubou, 2-0. Van Grinsven pareggia presto i conti, 2-2 e poi l’entrata vincente di Moroni permette alle ospiti di mettere la testa avanti, 3-4, ma si tratta di un vantaggio di breve durata, perché le arancioni, con Miyem a guidare la truppa, balzano a + 10, 14-4. Dopo il time out chiesto dall’allenatore delle lombarde, Roberto Sacchi, Van Grinsven trova un bel canestro, 14-6, ma il pallino del gioco rimane nelle mani delle scledensi, che mantengono alti i ritmi e chiudono il primo quarto con un eloquente 26-11.

Un botta e risposta tra Zandalasini e Valentina Gatti apre la seconda frazione, 28-13, poi sembra che sul parquet ci sia solo il Famila, padrone indiscusso della gara. Di errori le arancioni ne commettono davvero pochi, anche grazie alle biancoverdi, la cui opposizione è quasi impalpabile. Una prestazione, quella fin qui mostrata da Broni, che non riflette però il valore reale della squadra. Va infatti sottolineato che le pavesi stanno disputando la gara senza la migliore realizzatrice, Julie Woita, che si è infortunata in settimana e pure senza Nina Premasunac. Al ventesimo il solco scavato dalle scledensi è già  profondo, 43-17.

Nella ripresa i ritmi si abbassano: il Famila mantiene sempre ben salde le redini del gioco, ma Broni, che nei dieci minuti precedenti aveva litigato fin troppo con il canestro e messo a referto solo 6 punti, fa muovere il canestro con una frequenza più sostenuta. Sul +33, 52-19, arriva un mini break delle ospiti, firmato da Bonasia e Pavia, 52-23. Un parziale che le arancioni restituiscono, caricato degli interessi (17-8), alle avversarie, 69-31.

Le lombarde aprono l’ultimo atto della contesa con tre canestri di fila, 61-37. Sei punti che, per molti minuti, rimarranno gli unici realizzati dalle biancoverdi. Il Famila, invece, continua ad avanzare e, forte dei centri di Zandalasini, Gatti e Ngo Ndjock, tocca il massimo vantaggio, +44, 82-37. Bonasia e Gatti trovano la via del canestro, 83-41, ma gli ultimi minuti sono appannaggio delle scledensi, che chiudono la contesa sul + 45, 88-43.

Schio: Yacoubou 17, Gatti 6, Miyem 15, Tagliamento 12, Anderson 3, Masciadri, Zandalasini 11, Ngo Ndjock 9, Dotto 4, Macchi 11

Broni: Moroni 4, Pavia 4, Bonasia 10, Strozzi ne, Ravelli 5, Castello, Corbellini ne, Van Grinsven 12, Fusari 2, Gatti, 6

Ilaria Martini