A1 F - Broni, un debutto siciliano che non piace

A Ragusa due volte in otto giorni: prima l’Opening day (contro Lucca), poi contro le padrone di casa
27.07.2017 09:42 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 215 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Broni, un debutto siciliano che non piace

Parte dalla Sicilia la seconda avventura della Pf Broni 93 in serie A1: due trasferte a Ragusa nel giro di una settimana, prima l’Opening day contro le campionesse d’Italia di Lucca, poi alla seconda di campionato contro le padrone di casa. L’esordio al PalaBrera domenica 15 ottobre contro la Meccanica Nova Vigarano, scontro diretto per la zona salvezza. Quando il Settore agonistico della Fip ha reso noto il calendario, qualche dirigente oltrepadano non l’ha presa troppo bene, ma oramai il cammino della prossima stagione è tracciato. «A nostro parere era facilmente evitabile che una squadra dovesse andare a Ragusa due volte a distanza di una settimana. – commenta a caldo il dg Gianluca Caraffini - Sarebbe stato sufficiente far giocare le siciliane in trasferta alla seconda giornata. Nella casualità è toccato a Broni, ma sarebbe potuto capitare a qualunque delle altre otto squadre». La giornata inaugurale è in programma sabato 30 settembre e domenica primo ottobre al PalaMinardi di Ragusa: al momento non si sa ancora quando sarà giocata Broni – Lucca, e anche i Viking sono in attesa dell’ufficialità per organizzare l’eventuale lunga trasferta.

«Affascinante l’esordio con la squadra campione d’Italia, sicuramente difficile. – dice Caraffini - Hanno cambiato molto anche loro per cui a livello di amalgama non saranno al 100 per centro e dovremo provare a metterle in difficoltà. La doppia trasferta a Ragusa è impegnativa anche sul piano logistico, per il resto è abbastanza equilibrato, abbiamo scontri diretti intervallati a partite, almeno sulla carta, chiuse. Chiudiamo con un’altra delle candidate allo scudetto, Schio».

Nelle giornate successive il calendario è piuttosto omogeneo ed alterna partite contro dirette concorrenti per la parte medio-bassa della classifica (già alla quinta al PalaBrera arriva Battipaglia) con altre sulla carta proibitive (Venezia alla quarta). Se la sfida alle campionesse in carica arriva subito, bisogna invece attendere l’ultima di andata per vedere la Famila Schio di Cecilia Zandalasini, che sarà al PalaBrera, dove nei giorni scorsi aveva fatto qualche allenamento, domenica 3 dicembre.

In due circostanze si gioca di sabato, alle 20.30: alla sesta (4 novembre) Broni – San Martino e alla terza di ritorno (23 dicembre) Vigarano – Broni, rispettivamente per l’impegno della nazionale e perché domenica 24 è la vigilia di Natale Si riprende il 7 gennaio. La sosta per l’impegno delle azzurre nelle qualificazioni all’europeo 2019 è domenica 12 novembre, mentre nel weekend 10-11 febbraio si gioca la final four della coppa Italia, cui saranno ammesse le prime quattro al termine del girone di andata.

La stagione regolare conta 18 giornate (si chiude il 18 febbraio), poi ci saranno quattro partite della fase ad orologio. Le prime otto accedono ai playoff scudetto, la nona e la decima disputano il playout. La perdente giocherà uno spareggio sul campo della terza classificata della serie A2, sullo stile della Bundesliga tedesca di calcio, per decretare la dodicesima partecipante al campionato 2018-2019.

Franco Scabrosetti