A1 F - Broni si gode la bravura di Nina Premasunac: «Adoro giocare qui»

19.09.2017 09:07 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 284 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Broni si gode la bravura di Nina Premasunac: «Adoro giocare qui»

Bella e brava, fisico statuario, i capelli biondi raccolti a chignon, il tiro morbido e una buona visione di gioco: insomma, un piacere vederla sul parquet. I tifosi della Pf Broni 93 si sono già innamorati di Nina Premasunac, una delle protagoniste della vittoria nell’amichevole contro le campionesse d’Italia della Gesam Gas Lucca (56-53). L’ala croata, 12 punti, rimane comunque con i piedi ben saldi a terra, perché si trattava pur sempre di un test, seppur contro la squadra con lo scudetto cucito sul petto. «Siamo felici per questa vittoria – spiega Premasunac – però si tratta solo di un’amichevole che non conta per la classifica. Le sensazioni sono comunque buonissime, personalmente penso che il test lo abbiamo superato bene, ma adesso si deve lavorare ancora di più. La vittoria è servita per dare morale, maggior convinzione nei propri mezzi. Loro sicuramente non avranno giocato tutti gli attacchi a disposizione, saranno rimaste un po’ coperte, visto che la prossima domenica Lucca ha il primo impegno ufficiale della stagione, la partita di supercoppa nazionale contro Schio. Anche Broni ovviamente non ha mostrato tutte le sue carte – aggiunge ridendo – visto l’inizio direi che sarà un’ottima annata, siamo pronte a mettere il cuore, non abbiamo delle individualità ma giochiamo tutte insieme per il risultato».

Premasunac analizza pro e contro della squadra: «Dobbiamo migliorare in difesa, perché occorre fare un piccolo salto di qualità in più – spiega – mentre in attacco possiamo sfruttare la nostra velocità. Bisogna trovare più spazio sotto canestro. Sono convinta che quando Lee potrà rimanere in campo più a lungo potremmo fare affidamento su di lei, quindi trovare quegli spazi sotto canestro di cui abbiamo bisogno per sviluppare il nostro gioco».

Una partita speciale per la croata. «Broni mi piace tantissimo – continua Nina – anzitutto giocare qui al palaBrera di fronte a tanti tifosi è sempre un’emozione grandissima e sono molto felice di questo. Poi giocavamo contro il mio ex coach a La Spezia, Loris Barbiero, quindi sono orgogliosa della nostra prestazione. Da Lucca noi abbiamo preso Julie Wojta, un’ottima ragazza, un’ottima giocatrice, e si vede che lei manca a loro. Meglio per noi averla in squadra. Quindi sono molto felice, c’è una buona organizzazione. Con il passare delle giornate sono convinta che saremo sempre più pronte».

Mancano due settimane esatte al debutto del primo ottobre nell’Opening day di Ragusa, proprio contro la stessa Lucca. «La prima partita del campionato sarà molto difficile – dice – perché sono convinta che loro la prepareranno diversamente. Poi credo che dopo la nostra vittoria in amichevole saranno desiderose di riscatto. Il campo darà la risposta. Comunque noi adesso siamo felici. Onestamente non vediamo l’ora di iniziare questo campionato, per cui ci stiamo preparando da tempo».

Nel prossimo fine settimana la Pf Broni sarà impegnata a Crema nel torneo Pasquini con le padrone di casa, Geas (due squadre di serie A2) e San Martino di Lupari. 

Franco Scabrosetti