A1 F - Broni, ora la classifica si complica e la squadra sembra smarrita

14.02.2017 11:45 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 127 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Broni, ora la classifica si complica e la squadra sembra smarrita

Una sconfitta pesantissima per la Techedge Broni, che cade in trasferta a La Spezia nello scontro diretto per la salvezza. Adesso il traguardo della permanenza in categoria senza passare dai play out si fa sempre più complicato perché le biancoverdi rimangono al quart'ultimo posto solo grazie alle sconfitte di Vigarano e Battipaglia, ma incassano il quarto ko consecutivo e soprattutto le liguri tornano prepotentemente in corsa per evitare l'ultimo posto. Adesso infatti sono a meno quattro in classifica dalle bronesi, con cui hanno conquistato gli unici quattro punti di questa stagione. Broni non riesce a vincere lontano dal PalaBrera e nelle prossime due giornate si troverà, seppur in casa, di fronte due corazzate: prima Venezia poi San Martino. Altri scontri salvezza permetteranno alle inseguitrici di rosicchiare punti: già domenica prossima ci sarà Vigarano-Battipaglia.

Broni sembra smarrita, lontana parente di quella brillante vista solo un mese fa contro Ragusa. Gli infortuni ne hanno sicuramente condizionato il rendimento, ma domenica bisognava dare una risposta, che purtroppo non è arrivata, perché le liguri dal 5' non hanno più permesso alle ospiti di rimettere la testa avanti.

«Dobbiamo chiedere scusa. Prenderemo provvedimenti in settimana»: sono parole forti quelle che arrivano al termine della sfida dai vertici di Broni. La dirigenza oltrepadana è nera di rabbia dopo la prestazione di domenica sera. Alla fine il direttore generale Gianluca Caraffini si sfoga al telefono. Eloquenti e telegrafiche le sue parole alla sirena: «L'unica dichiarazione che mi sento di fare – dice Caraffini – è di chiedere scusa ai nostri tifosi, che anche questa volta non hanno fatto mancare il sostegno alla squadra per tutta la partita, come in tutta la stagione».

I Viking, ma anche diversi bronesi, avevano raggiunto in pullman o con mezzi propri la città ligure per seguire questo delicato scontro salvezza, da cui si aspettavano sicuramente una risposta dalle loro beniamine, che non è arrivata: «Spero – aggiunge Caraffini – che anche le singole giocatrici chiedano scusa pubblicamente ai loro tifosi».

«In settimana – aggiunge il presidente Bruno Cipolla, altrettanto amareggiato – prenderemo dei provvedimenti nei confronti della squadra dopo l'indecorosa prestazione offerta contro il fanalino di coda La Spezia». Per il momento la società non fa trapelare nulla, se ne saprà di più in settimana. Delusione ovviamente anche tra coloro che non sono andati a La Spezia, ma hanno seguito la partita in diretta televisiva su Sport Italia.