A1 F - Broni festeggia la permanenza in A e domani iniziano i playoff

28.03.2017 08:59 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 132 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Broni festeggia la permanenza in A e domani iniziano i playoff

 La Techedge Broni rimane in serie A1, un risultato storico per la società oltrepadana che, sempre per la prima volta nella sua storia, giocherà i playoff scudetto. Alla fine sulle tribune del palazzetto dello sport di Vigarano, è festa grande per i Viking, giunti in massa con due pullman, che acclamano e salutano le loro beniamine: abbracci, foto ricordo, selfie.

Nonostante gli acciacchi e l’assenza forzata di Ndidi Madu, la formazione di coach Roberto Sacchi coglie anche la prima vittoria esterna stagionale, anche se, in verità, le biancoverdi avevano già espugnato in gennaio il campo di Umbertide, ma si trattava di una partita di coppa Italia. Il tecnico pavese ha buttato nella mischia anche Bonvecchio e Zampieri, che non erano in perfette condizioni fisiche e si temeva non potessero essere impiegate, ma la sfida era troppo importante per non dare un aiuto, una mano alle compagne. La play trentina è poi uscita per il riacutizzarsi della sciatalgia, mentre l’ala veneziana è rimasta sul parquet, pur dolorante, dimostrando coraggio e voglia di lottare. Broni ha giocato con la giusta grinta, determinazione, mettendo le mani su ogni pallone fin dalla palla a due e dimostrando di credere per 40 minuti nella permanenza nel massimo campionato nazionale. Attenta in difesa, dove è riuscita a limitare le bocche da fuoco ferraresi, mentre in attacco ha trovato le conclusioni dalla distanza di Ashley Ravelli, che chiude con 23 punti (top scorer della serata), ma soprattutto mette a segno sei bombe chirurgiche che spezzano l’equilibrio della partita. E una Bratka ritrovata, capace di mettere a segno i suoi canestri da sotto. Dopo un primo quarto equilibrato, la formazione oltrepadana mette il naso davanti, conduce fino alla fine del primo tempo, poi nella ripresa mantiene saldamente nella mani la partita, arrivando anche a +15, e consentendo a Vigarano di rosicchiare qualche punto solo nel finale, quando il risultato è oramai acquisito e le biancoverdi sanno di aver conquistato la permanenza in categoria. Una prova corale, in cui tutte le ragazze hanno portato il loro tassello, il loro mattoncino per costruire la vittoria e la salvezza. 
Una salvezza che, visti i botti con tre grandi (Napoli, Ragusa e Venezia) è ampiamente meritata, perché le biancoverdi hanno dimostrato di poter stare benissimo in serie A1, anche ieri sera in trasferta. Nel frattempo giungevano notizie confortanti da Battipaglia, dove Ragusa ha battuto nettamente la formazione di casa, che dunque chiude all’undicesimo posto e giocherà i playout contro il fanalino di coda La Spezia. Quando è arrivato il finale dalla Campania, a Vigarano mancavano ancora due minuti circa ed è partita la torcida sugli spalti. Per dovere di cronaca, Torino, Vigarano e Broni chiudono a quota 12 punti. Il regolamento prevede il calcolo del quoziente canestri negli scontri diretti tra queste tre formazioni: Broni per scalare la classifica avrebbe dovuto vincere di 16, così invece chiude al decimo posto. Decima posizione che significa playoff scudetto. Si parte mercoledì sera (palla a due ore 20.30) al PalaBrera contro Umbertide, che è settima. Si tratterà della quarta sfida tra queste due squadre tra campionato e coppa Italia. Broni non arriva sicuramente nelle condizioni migliori a questo appuntamento, ma la società invita sin d’ora a riempire le tribune di via Galilei per tributare il giusto omaggio alle ragazze. La festa è proseguita sui pullman durante il viaggio di ritorno verso l’Oltrepo.

Franco Scabrosetti