A1 F - Broni, con San Martino una super difesa

Al PalaBrera arriva un’avversaria tosta, fortissima davanti e con tre straniere che fanno davvero paura
04.03.2017 12:29 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 129 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Alice Richter
Alice Richter

Egle Sulciute, Jasmine Marie Bailey e Jelena Ivezic, sono le tre straniere a far volare la Fila San Martino, attualmente quarta in classifica, avversaria domenica della Techedge Broni al Palabrera. La formazione di coach Gianluca Abignente è sicuramente una delle sorprese di questa stagione, perché ha saputo ritagliarsi uno spazio tra le grandi del campionato. Se in difesa le due squadre sono in linea, perché le padovane hanno subito 62,2 punti di media contro i 67,3 delle oltrepadane; la situazione è ben diversa in attacco, qui il divario è esattamente di dieci punti: 66,3 contro 56,3 in favore del Fila. Una supremazia in attacco confermata dalle ottime prestazioni delle tre straniere. Le Lupe giallonere arrivano da quattro vittorie consecutive, di cui due in trasferta sul campo della Passalacqua Ragusa e delle campionesse d’Italia della Famila Schio: due colpi esterni da urlo. 

I numeri. Nella classifica generale dei tiri da due punti (che tiene conto delle giocatrici che tentano almeno tre tiri per gara), Sulciute, ala lituana classe 1985, viaggia ad una media realizzativa di 60,47 per cento (52 realizzati su 86 tentati in 17 partite) ed è seconda, mentre la guardia americana Bailey, classe 1990, è alle sue spalle con 58,33 per cento (98 tiri realizzati su 168 tentati in 18 partite). Ma è soprattutto prima assoluta nella classifica dei falli subiti, ben 131 in 18 uscite, per una media di 7,28 a partita. Dunque una giocatrice da tenere d’occhio e difficile da marcare. Dalla lunetta piazza un 61,3 per cento. Inoltre nella precedente giornata, contro la Fixi Piramis Torino, ha recuperato 7 palloni, ed è stata la migliore del turno di campionato. Si attende dunque un duello interessante con Amber Stokes, altra giocatrice abilissima nel rubare palloni. Tutto questo senza dimenticare le italiane di assoluto valore che completano il roster di coach Abignente. Izevic. L’ala serba, classe 1984, è arrivata dalla Ceprini Costruzioni Orvieto (serie A2) per sostituire la guardia americana Megan Marie Mahoney, infortunatasi. L’ex Napoli e Ragusa si è subito inserita perfettamente nel gioco delle Lupe, tanto che nelle tre partite giocate è stata capace di incidere subito mettendo a segno una media di 17 punti a partita, con due “ventelli” contro Ragusa e Torino. Insomma la Techedge dovrà essere attentissima in difesa, cercando di limitare le giocate e in attacco dovrà davvero dare il massimo. 
Broni. In casa Techedge Broni prosegue la preparazione della partita di domenica, con il massimo impegno e determinazione. Le ragazze stanno alternando sessioni in palestra con i video per capire e scoprire il gioco delle avversarie. Il roster è al completo dopo il rientro dal ritiro della nazionale 3 contro 3 di Montegrotto Terme (Padova) della pivot Alice Richter. Broni dovrà come sempre affidarsi al suo gioco corale, senza subire troppo le avversarie, soprattutto in avvio di partita. Quando è riuscita a farlo, infatti, ha offerto le sue migliori prestazioni. 
La partita. Si gioca oggi al Palabrera (palla a due ore 18). L’incontro sarà diretto da Stefano Wassermann di Trieste, Mattia Eugenio Martellosio di Buccinasco (Milano) e Chiara Corrias di Cordovado (Pordenone). Il Palabrera aprirà come sempre alle ore 17: biglietto di ingresso 10 euro. Per chi non potesse seguire la partita dal vivo, è prevista la consueta diretta streaming sul sito www.legabasketfemminile.it 
Franco Scabrosetti