ABA–League: E poi arriva il Mornar che non ti aspetti

 di Marco Garbin  articolo letto 189 volte
N. Vranjes (Mornar)
N. Vranjes (Mornar)

Come in una serie TV americana, dove le sorprese si susseguono e fino ai titoli di coda non puoi dare nulla per scontato, così le semi finali di Lega Adriatica lasciano col fiato sospeso.
E davanti alla stella del momento, quel Mornar capace di stupire in Europe Cup, anche la ben più titolata Stella, quella rossa di Belgrado, deve sorprendentemente inchinarsi.
Marinai a muso duro fin dal primo quarto, che chiudono avanti di 9. I serbi campioni in carica capiscono che non sarà facile con Vranjes e Needham che sembrano non fermarsi mai. A lungo andare i due, che chiudono rispettivamente con 29 e 28 punti realizzati, faranno la differenza in un match che la Stella Rossa non riesce a ribaltare pur riportandosi a -3 nell'ultimo minuto di gioco. Applausi per questo Mornar che, ancora privo di Uros Lukovic, una delle sue pedine più importanti, dimostra di essere fisicamente, tecnicamente e psicologicamente pronto per le Finals. E adesso spazio alle scommesse: riusciranno i montenegrini a fare il colpo grosso a Belgrado? Con un Vranjes così...
A Zagabria pareggia il conto anche il Cedevita, nettamente superiore del Buducnost a rimbalzo (34 a 27) e capace di sfruttare il momento di torpore psicologico dei montenegrini nella prima parte di gara per piazzare un micidiale break di 22:0! Che altro aggiungere?

I risultati
Mornar - Stella Rossa 88:84 (1:1)
Cedevita - Buducnost 82:73 (1:1)