EuroLeague - Olimpia vs Efes assente Nedovic, in dubbio Beaubois e Anderson

02.11.2018 10:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1205 volte
EuroLeague - Olimpia vs Efes assente Nedovic, in dubbio Beaubois e Anderson

Per la gara di stasera al Forum di Assagio di EuroLeague sarà certamente assente nelle fila milanesi Nemanja Nedovic, che salterà così la terza partita consecutiva. Nel roster di coach Ergin Ataman invece sono in forte dubbio Rodrigue Beaubois e James Anderson, e la riserva sul loro impiego verrà sciolta nell'ultimo riscaldamento. L'Anadolu Efes è reduce dalla sconfitta nel campionato turco con il Sakarya (qui) mentre l'AX Exchange viene dalla tranquilla vittoria di Pesaro (qui).

La presentazione di Simone Pianigiani:

“L’Efes è in questo momento la squadra con l’attacco più efficace nel singolo possesso assieme al CSKA. È la squadra migliore nell’efficacia del pick and roll, basti pensare alla qualità dei loro esterni, da Larkin a Balbay, da Micic a Beaubois e agli stessi Simon e Anderson. Sono stati costruiti in modo impeccabile, con 4 che aprono il campo e attaccano 1 contro 1 come Brock Motum e Adrien Moerman, infine hanno due centri complementari che hanno elevazione e forza come Dunston o i centimetri e la taglia di Pleiss. In sostanza hanno sempre quattro giocatori che possono aprire il campo e un centro che attaccano il ferro. In generale hanno statistiche migliori delle nostre praticamente in tutte le voci offensive, a cominciare dal tiro da tre dove finora sono stati irreali con il 50%”.

Analizzati gli avversari, il Coach indica la strada per provare a batterli. “Hanno un roster da livelli altissimi – dice – e questi ci impone una partita fatta di grande sforzo, grande sacrificio sia fisico che mentale. Dovremo abbassare le loro percentuali e resistere mentalmente quando avranno momenti irrealei in attacco come è stato anche con il Fenerbahce. Per competere dovremo anche elevare il nostro rendimento offensivo, soprattutto a metà campo, muovendo la palla, creando tiri aperti e sfruttando le situazioni di mismatch che dovessero crearsi. Arriviamo a questa gara con grande fiducia, soddisfatti di quanto costruito finora ma anche con la consapevolezza di dover fare passi avanti importanti, sia in difesa che in attacco”.