EuroLeague - Olimpia, Pianigiani vuole una verifica di crescita a Belgrado

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 313 volte
EuroLeague - Olimpia, Pianigiani vuole una verifica di crescita a Belgrado

Si rimette in marcia l’Olimpia. Dopo aver sostenuto l’ultimo allenamento milanese si partirà per una trasferta doppia; la squadra volerà prima a Belgrado per la gara di EuroLeague (9 febbraio ore 19:00, diretta Eurosport player) e poi si trasferirà direttamente a Brindisi per la diciannovesima di campionato serie A (11 febbraio ore 17:00, diretta Eurosport player). Coach Simone Pianigiani si attende ulteriori progressi da parte della squadra e così inquadra la gara contro la Stella Rossa: “E’ la seconda di tre trasferte consecutive e per noi è un ulteriore test di solidità per verificare la nostra capacità di esprimerci in trasferta. Le ultime due gare esterne le abbiamo vinte, su campi tradizionalmente difficili, ma a livello ambientale Belgrado è ancora più complicata. L’esperienza di giocare al Pionir è di per sé stessa unica: il pubblico riesce sempre a spingere la squadra a dare qualcosa in più, a dare uno sforzo extra. La Stella Rossa inoltre è una squadra molto efficace, con un grande sistema: in EuroLeague è quella che perde meno palloni ed è seconda nei rimbalzi d’attacco. Queste sono caratteristiche di fisicità, solidità ed energia per noi insidiose perché limiteranno la nostra possibilità di attaccare in campo aperto la loro difesa che invece è soffocante e fisica a metà campo specie in casa loro”.

La Stella Rossa è una delle tre squadre della seconda parte della classifica che abbiano battuto l’Olimpia e l’unica che l’abbia fatto a Milano: “Ci sorpresero con un primo quarto offensivamente notevole in cui non sbagliarono nulla – ricorda Pianigiani – costringendoci a inseguire per tutta la gara e quando li abbiamo rimontati negli episodi sono stati più bravi e cinici. Per noi è motivante andare a Belgrado per dimostrare di essere cresciuti da allora nella capacità di resistere nei momenti chiave, non farci travolgere dal loro impatto iniziale. L’obiettivo è questo. I nostri progressi a livello mentale e di fiducia in noi stessi vanno confermati sul campo. E inoltre vincere in trasferta sarà essenziale da qui alla fine della stagione, sia in EuroLeague, per migliorare la nostra posizione e costruire una bella base per il futuro, che in campionato dove gli scontri diretti saranno tutti fuori,  e naturalmente nei playoffs”.