EuroLeague - No Calathes, no problem: il Panathinaikos passa a Belgrado

Gist e Denmon trascinano i Greens a un'importante vittoria esterna
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 208 volte
16 punti e 5 rimbalzi di Gist
16 punti e 5 rimbalzi di Gist

Nonostante l’assenza della stella Nick Calathes, il Panathinaikos mette le marce alte nel terzo quarto ed espugna il parquet di una Stella Rossa mai doma. Ottima prestazione per Marcus Denmon (16 punti), più responsabilizzato per via dell’infortunio del play greco; bene anche Gist con 16 punti, 5 rimbalzi e 3 assist. Ai serbi non bastano i 21 punti di Feldeine.

Il primo tempo, chiuso dalla tripla sulla sirena di Denmon per il +3 Pana, è noioso e poco indicativo. Il match subisce una svolta nella ripresa, quando la “bomba” di Singleton e il tap-in di Antetokounmpo danno il via al dominio greco. Gli ospiti, infatti, sfruttano la loro fisicità in difesa e a rimbalzo e toccano il +13 a poco meno di 3 minuti dalla fine del terzo periodo.

Atene ha la partita in mano, ma Jankovic mette una tripla importante e Lessort segna dopo aver catturato un rimbalzo in attacco: la Stella Rossa ha solo 9 punti da recuperare al trentesimo (49-58 il punteggio). Belgrado, quindi, prosegue sul binario imboccato nel finale del terzo quarto e accorcia a -5 con Dobric e i liberi di Jankovic. Poi Gabriel si alza da tre e Gist scrive 2 (+9 Pana), però i serbi non vogliono mollare e tornano addirittura a -3 spinti dalla tripla di Lazic. Con 28 secondi sul cronometro, Feldeine sbaglia una “bomba” importante, Rivers controlla il rimbalzo e i Greens possono tirare un sospiro di sollievo: la gara termina 63-68.

 

Strong

Chris Singleton muscles his way to the basket for the lefty dunk!

— EuroLeague (@EuroLeague)