EuroLeague - Lo Zalgiris ci prova, ma il Fenerbahce tira fuori gli artigli nel quarto periodo e vince

Il Fenerbahce, grazie a questa vittoria esterna, supera momentaneamente l'Olympiacos e conquista l'accesso ai playoff
09.03.2018 21:27 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 293 volte
EuroLeague - Lo Zalgiris ci prova, ma il Fenerbahce tira fuori gli artigli nel quarto periodo e vince

Coach Obradovic si vendica del risultato dell’andata (ribaltata anche la differenza canestri) e il suo Fenerbahce (18-5) passa sull’ostico parquet di Kaunas con il punteggio di 78-85. Lo Zalgiris (15-10, quinto posto dietro il Real) gioca una partita splendida per venti minuti (40-31 all’intervallo), ma i campioni d’Europa accorciano lo svantaggio nel terzo periodo e si impongono con autorità nell’ultima frazione (20-33). Un ultimo quarto impressionante per i turchi, capaci di salire di livello nei momenti salienti e di mostrare un gioco d’attacco corale (25 assist). Importanti, inoltre, gli impatti sotto le plance di Vesely (13 punti e 4 rimbalzi) e Thompson (11 punti) dalla ripresa in poi. Il top scorer degli ospiti è il “nostro” Gigi Datome, che segna 16 punti (3/4 da due, 2/5 da tre e 4/4 dai liberi) e chiude i giochi con un canestro dalla media a 1 minuto dalla fine; 7 punti, 5 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero e 1 stoppata per un solido Nicolò Melli. Ai padroni di casa non bastano i 15 di Jankunas e i 14 di Pangos.

. is heading to the playoffs

— EuroLeague (@EuroLeague)

Kaunas inizia la partita senza sbagliare un tiro per i primi sei minuti. A funzionare, però, è anche una difesa intensa che costringe il Fenerbahce a segnare 7 punti in sette minuti (18-7 il punteggio). Nel finale della frazione, Datome e Wanamaker provano a scuotere Istanbul con una tripla a testa e i turchi entrano in partita ufficialmente grazie al buzzer beater di Guduric: 24-17 al decimo.

Nel secondo quarto, lo Zalgiris continua a giocare su livelli altissimi e a non permettere al Fenerbahce di rientrare. Vesely apre la frazione con un and-one, ma Milaknis segna da tre e Micic lo imita per il massimo vantaggio lituano: 32-20 a 6 minuti circa dalla fine della frazione. Quindi le squadre rimangono a secco di punti per 3 minuti, Kalinic firma un paio di canestri importanti e Kaunas, prontamente, risponde a ogni colpo degli ospiti: 40-31 all’intervallo.

Il Fenerbahce esce dagli spogliatoi con un parziale di 7-0 tutto italiano: due punti di Melli, altri due di Datome e tripla di Melli per il -3. Quindi Milaknis sblocca Kaunas con una “bomba”, ma Istanbul ha l’inerzia e accorcia a -1 grazie a tre canestri di Thompson. Infine, White sigla 5 punti ravvicinati e il punteggio è fermo sul 58-52 al trentesimo minuto.

Nel quarto periodo vengono fuori l’esperienza, la fisicità e la profondità del Fenerbahce. Nonostante i tentativi di Pangos (2+1 e tripla del +3), Thompson continua a incidere sotto i tabelloni e Vesely schiaccia a due mani dopo aver preso sfondamento: i turchi mettono la testa avanti (65-66) a 5 minuti circa dalla fine. Quindi Sloukas infila tre liberi, Ulanovas accorcia dalla lunetta (67-69) ma Istanbul è un treno in corsa e dà la spallata finale ai lituani: tripla di Kalinic, liberi di Vesely e “bomba” decisiva (dal palleggio) di Sloukas per il +6 con 90 secondi abbondanti sul cronometro. A chiudere definitivamente il match è Datome, autore di un tiro dalla media a 62 secondi dal termine. Vince la truppa di coach Obradovic 78-85.