EuroLeague - Il CSKA Mosca dà una lezione al Maccabi e conquista il primo posto in solitaria

De Colo trascina i russi a una solida vittoria interna
15.12.2017 20:44 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 209 volte
EuroLeague - Il CSKA Mosca dà una lezione al Maccabi e conquista il primo posto in solitaria

Il CSKA Mosca resiste alla rimonta degli ospiti del Maccabi e vince la sua decima partita stagionale in EuroLeague. A decidere sono le triple di Rodriguez (15 punti e 11 assist) e Antonov nella seconda metà del quarto periodo, proprio nel momento in cui gli israeliani erano rientrati dal -20 al -7. L’MVP del match è il solito De Colo, autore di 26 punti conditi da 5 rimbalzi e 6 assist; a Tel Aviv non bastano i 24 punti con 7 assist di un ottimo Cole.

 

Sfruttando il dominio a rimbalzo, il CSKA tenta il primo allungo del match e infligge agli ospiti un break di 6-0 (De Colo protagonista) per il 17-13 a 3 minuti dalla fine del quarto d’apertura. Il Maccabi, però, esce dal timeout con un’altra faccia e rimette la testa avanti grazie alla fisicità di Tyus sotto le plance. Infine, De Colo non trema dalla lunetta e Mosca è sopra 21-20 al decimo.

Il CSKA, nel secondo quarto, alza il ritmo e mostra una pallacanestro spumeggiante che coglie impreparato il Maccabi. Grazie ai passaggi surreali e ai canestri della coppia De Colo-Rodriguez, Mosca vola sul +11 in seguito a un parziale di 12-0. Poi Korobkov risponde al guizzo di Bolden con un and-one, De Colo continua a dominare in fase offensiva e i padroni di casa aggiornano il loro massimo vantaggio: +16. Il punteggio all’intervallo lungo è fermo sul 49-34.

Nel terzo quarto, Mosca continua a giocare con attenzione e tocca il +20 a poco più di 2 minuti dal termine della frazione. Il CSKA, però, si rilassa per qualche azione e il Maccabi prova a ricucire grazie alle palle rubate e ai canestri di Cole. Il penultimo periodo termina 72-57, ma il solito Cole libera tutta la sua energia e accorcia lo svantaggio. Quindi Cohen firma il -9, poi Rodriguez, De Colo e Kurbanov infilano tre triple pesanti e Mosca riprende fiducia. La gara è tutt’altro che finita, perché i russi perdono una palla sanguinosa e gli ospiti sono sotto 81-74 in seguito a un parziale di 9-3. La truppa di coach Itoudis, però, non si scompone e torna a far male con due bombe fondamentali di Rodriguez e Antonov (+13 a meno di 4 minuti dalla fine). Gli israeliani ci provano fino alla fine, ma il CSKA difende il vantaggio e va a vincere 101-86 nonostante i brividi finali.