EuroLeague - Final Four, coach Obradovic: “Troppi errori da sotto e una difesa non del nostro livello”

Il commento dell'allenatore del Fenerbahce dopo la sconfitta in finale contro il Real Madrid
21.05.2018 08:01 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 1624 volte
EuroLeague - Final Four, coach Obradovic: “Troppi errori da sotto e una difesa non del nostro livello”

Zeljko Obradovic, alla sua terza finale di EuroLeague consecutiva, non è riuscito a condurre il Fenerbahce alla vittoria contro Madrid. Nonostante ciò, il coach serbo è apparso molto sereno e complessivamente soddisfatto del lavoro dei suoi ragazzi nel corso dell’annata: “Voglio congratularmi con il Real per la loro vittoria. Hanno attraversato una stagione tortuosa, hanno avuti tanti problemi e molti infortuni. Sono felice che siano tornati in salute in occasione di questa manifestazione. Hanno dimostrato di essere una squadra e hanno meritato il successo. Voglio anche congratularmi con i miei giocatori: sono tornati in finale e mi hanno reso veramente fiero di tutto ciò che hanno fatto durante questa stagione. Grazie, inoltre, ai caldissimi tifosi del Fenerbahce che ci supportano in ogni città dove giochiamo”, ha detto l’allenatore nove volte campione d’Europa, che ha poi parlato della partita nello specifico: “I piccoli dettagli hanno deciso la gara. Non abbiamo mostrato la nostra solita difesa, poi abbiamo sbagliato dei tiri veramente facili sotto canestro. Abbiamo combattuto fino alla fine e spero che questa esperienza serva ai ragazzi per riprovare a tornare alla Final Four. Nel primo tempo abbiamo reagito male in due o tre situazioni: serve concentrazione. Nel secondo tempo loro hanno fatto penetrazioni facili, specialmente con Causeur”.

Obradovic ha concluso la conferenza stampa con un ringraziamento all’EuroLeague: “Grazie a loro perché hanno portato la Final Four a Belgrado: la mia città, il mio Paese. Penso che l’organizzazione della Final Four sia stata perfetta, quindi voglio ringraziare anche tutte le persone che sono state coinvolte nell’organizzazione di questo evento. Spero che la gente si sia goduta Belgrado”.