Strasburgo mette un'ipoteca, il Nizhny si sveglia tardi e ora serve l'impresa

16.03.2016 19:37 di Paolo Zerbi  articolo letto 383 volte
Strasburgo mette un'ipoteca, il Nizhny si sveglia tardi e ora serve l'impresa

Lo Strasburgo torna dalla Russia con un confortante +9 sul Nizhny Novgorod che si sveglia troppo tardi e soltanto nei quattro minuti finali prova (e riesce) a rimettere in piedi una partita fin lì quasi disastrosa. L'85-94 finale, infatti, fa avere anche dei rimpianti alla squadra francese, autentica dominatrice della partita dominata sia nel gioco che nelle percentuali a tratti altissime (75% dal campo per buona parte del primo tempo). Il Nizhny si aggrappava alla verve da tre punti di Evgeny Baburin (18 dei 20 punti totali segnati nei primi venti minuti) ma la coralità del gioco francese permetteva agli ospiti di allungare nella ripresa. L'attacco al ferro del duo Collins-Duport (42 punti in due, 9/12 dal campo il primo, 8/10 il secondo) unito alle triple di un precisissimo Jeremy Leloup (16 punti, 4/4 con i piedi oltre l'arco) creava scompiglio nella difesa russa mettendo a nudo le pecche di Semen Antonov. Nervoso per una partita che stava già diventando sentenza, ma capace di essere protagonista nel 10-0 che riportava i russi addirittura a -5 (83-88). Ma ancora Collins e Duport, stavolta con le triple, davano la linfa finale ai francesi, per un ritorno da non sottovalutare ma da vivere in maniera nettamente più tranquilla.

 

NIZHNY NOVGOROD-STRASBURGO 85-94

Nizhny Novgorod: Baburin 20, Antonov 18, Khvostov 14.

Strasburgo: Collins 24, Duport 18, Leloup 16.