Roma, senza problemi contro il Volgograd. Jones sempre protagonista

Ottima prova della squadra di Dalmonte che annichilisce i russi con il punteggio di 82-66
07.01.2015 22:53 di Matteo Marrello Twitter:   articolo letto 553 volte
Bobby Jones
Bobby Jones

L'Acea Roma reduce dalla sofferta vittoria in campionato contro la Virtus Bologna si  rituffa in Europa ospitando i russi del Krasny Oktyabrr Volgograd nel primo turno d'andata del Gruppo I delle Last32 di Eurocup.

Partenza lenta e piena di imprecisione per entrambe le compagine che passano la bellezza di 2'30' senza volerne sapere di segnare. Ad inaugurare la serate e Kyle Gibson che firma due canestri consecutivi, gli risponde in schiacciata Lamont Hamilton, ma ancora l'ex pistoiese insieme al sempre presente Bobby Jones porta i capitolini a quota 12. contro i 7 punti ospiti. A due minuti dal primo mini intervallo Roma si porta a +10 con la tripla di Ejim ed un canestro di De Zeeuw. Coach Bauermann inserisce McGrath al posto di Culpepper per cercare di smuovere l'attacco russo, ma i risultati non sono quelli sperati ed i ragazzi di Dalmonte colpiscono nuovamente con Gibson e Triche chiudendo sul 22-8  il primo quarto.

Dopo un errore di  De Zeeeuw da sotto, è Romeo Travis a punire i giallorossi dalla media distanza.  Roma però allunga ancora con Triche e Jones. Travis resta la spina nel fianco per la retroguardia giallorossa..La sostanza comunque non cambia in virtù di un attacco che muove bene la palla con gli avversari che abboccano a tutte le finte capitoline. Al 14' è +15 Acea con la bombadi Daniele Sandri. Tre minuti più tardi arriva il ventello firmato da De Zeeuw.  La prima parte del match scivola via  fino al 39-22 del 20' con Roma pienamente padrona del campo.

Ripresa che inizia con la schiacciata di Romeo Travis, a cui risponde il solito Gibson,. È il turno poi ancora una volta di De Zeeuw che trafigge la zona dei sovietici con una parabola che conferma il +20 per l'Acea. Tutto sembra tranquillo ma un fallo antisportivo fischiato a Giboson ridà coraggio al Volgograd che risale fino al -11 al 26' grazie ai liberi siglati da Culpepper ed ai canestri in sequenza di Victor e Travis. Timeout di Dalmonte che non cambia di molto le cose ma a frenare il tentativo di rimonta della truppa di Bauermann ci pensa la rottura dei tabelloni elettronici che ferma per diversi minuti la gara con 1'49 da giocare. Riprendono le ostilità e la Virtus controlla tenendo i russi a distanza sul 58-46.

Ultimo quarto con gli ospiti che tentano una timida rimonta ma vengono letteralmente spazzati via dalle triple di Gibson e di un Jones sempre più leader. Al 34' l'Acea torna sul +20 sul 76-56 con Victor e compagni che devono definitivamente alzare bandiera bianca. Roma chiude con il 54% da due e Buona la prima quindi per l'Acea che vince 82-66 con un ottima prova di squadra e sfruttando il solito monumentale Bobb.y Jones, capace di giocate preziose quando c'è da mettere in cassaforte un risultato  importante.

Virtus Roma-Krasny Oktyabr Volgograd 82-66 (22-8, 39-22, 58-46)
Virtus Roma:  Ejim 7, Triche 8, Jones 18, D’Ercole, Sandri 3, De Zeeuw 11, Kushchev ne, Gibson 19, Stipcevic 11, Morgan 5, Pullazi ne. All. Dalmonte
Krasny Oktyabr Volgograd: McGrath 6, Zamanskiy 5, Komissarov 2, Zavoruev ne, Victor 5, Travis 23, Liggins 4, Hamilton 9, Culpepper 12, Likhlitov ne, Cousin. All. Bauermann