GRUPPO K - Veremeenko apre, Lavrinovic chiude: Reggio vince e ribalta la differenza canestri

Grazie ad una grande prova dei suoi lunghi la Grissin Bon sconfigge 89 a 76 il Trabzonspor e si porta al secondo posto nel girone K delle Last 32 di Eurocup.
27.01.2016 23:53 di Lorenzo Marcacci Twitter:   articolo letto 628 volte
GRUPPO K - Veremeenko apre, Lavrinovic chiude: Reggio vince e ribalta la differenza canestri

Missione compiuta: la Grissin Bon Reggio Emilia batte a domicilio il Trabzonspor Medical Park per 89 a 76 e lo scavalca in classifica ribaltando anche la differenza canestri della gara d'andata. Buona prova di squadra dei biancorossi che mandano cinque uomini in doppia cifra e sostanzialmente conducono la gara dal primo all'ultimo minuto.

Coach Menetti (che oggi compie 43 anni) manda sul parquet De Nicolao, Della Valle, Aradori, Lavrinovic e Veremeenko; coach Markovic risponde con Kitchen, Hardy, ThompsonStipanovic e Candan.

La prima frazione è di proprietà dei lunghi biancorossi: l'inizio di Veremeenko è da indemoniato, il bielorusso domina su entrambi i lati del campo e in un amen mette a referto 10 punti chiudendo anche ogni varco nella propria area. Gli fanno da spalla sia Lavrinovic che Golubovic e, grazie alla discreta precisione al tiro da fuori del resto dei reggiani, in 10 minuti i padroni di casa mettono a referto ben 26 punti. Il problema però è in retroguardia dove gli esterni turchi arrivano troppo facilmente al ferro e gli spazi per Stipanovic diventano praterie: alla prima sirena il tabellone dice 26 a 17 Grissin Bon.

La seconda frazione scivola via sulla falsariga della precedente: Reggio prova ad alzare la sua intensità difensiva e, grazie ad una sfuriata offensiva di Della Valle e alla tecnica sopraffina di Golubovic spalle a canestro, continua a macinare punti ma si ostina a concedere realizzazioni troppo facili agli ospiti che aggiustano la mira anche dalla lunga distanza. Reggio però è caparbia nel martellare la palla dentro l'area con costrutto ai propri pivot e all'intervallo lungo il punteggio è 49 a 35 per i biancorossi.

Al rientro il Trabzonspor alza notevolmente il livello agonistico della contesa mentre in attacco si affida alle scorribande del sempre produttivo Dwight Hardy. Reggio non è più precisa come nel primo tempo e commette anche parecchi falli per errate posizioni difensive che generano tanti tiri liberi che i turchi convertono con buonissime percentuali. La guardia ex Virtus Bologna entra definitivamente in partita e in un amen segna 8 punti che riportano i rossoazzurri sotto la doppia cifra di svantaggio. Reggio allora si affida al talento offensivo di Pietro Aradori che con giocate dall'alto coefficiente di difficoltà e a volte fuori dagli schemi ricaccia il Trabzonspor a distanza di sicurezza. Si va così all'ultimo mini intervallo sul punteggio di 70 a 56 per i ragazzi di coach Menetti.

L'ultima frazione vede il Trabzpnspor cercare disperatamente di rientrare in partita per provare almeno a mantenere la differenza canestri a proprio favore ma Darjus Lavrinovic ha altri piani per la serata: il fenomeno lituano si prende il palcoscenico del PalaBigi e con giocate non presenti nel manuale della pallacanestro lascia a bocca aperta sia le quasi 3.000 anime dell'impianto di via Gausco che il vulcanico coach della compagine turca. Hardy è inesauribile ma Della Valle e Aradori mettono la parola fine alle velleità di rimonta ottomana: finisce 89 a 76 per la Grissin Bon Reggio Emilia che, con ancora due gare da giocare, ritorna prepotentemente in corsa per il passaggio agli ottavi di finale di Eurocup.

Per i reggiani, come detto, ben cinque uomini in doppia cifra: 16 per l'MVP di serata Vladimir Veremeenko (6/10 da due, 10 rimbalzi, 20 di valutazione), 18 per Amedeo Della Valle (5/11 dal campo, 5/5 ai liberi e 14 di valutazione), 15 per Pietro Aradori (6/14 dal campo, 6 assist e 16 di valutazione), 11 per Darjus Lavrinovic (5/7 dal campo, 7 rimbalzi, 3 assist e 15 di valutazione) e 10 per Stefano Gentile (2/6 dal campo, 5/6 ai liberi).

Per il Trabzonspor sugli scudi Dwight Hardy (20 punti, 8/18 dal campo, 6 falli subiti e 15 di valutazione), seguito da Andrija Stipanovic (13 punti, 6/8 dal campo, 4 rimbalzi, 15 di valutazione), dal rientrante Novica Velickovic (10 punti, 4/11 dal campo e 3 rimbalzi) e da Derwin Kitchen (9 punti, 9 rimbalzi, 5 assist, 6 falli subiti e 22 di valutazione).

La Grissin Bon Reggio Emilia tornerà in campo mercoledì 3 Febbraio sempre al PalaBigi per ricevere la Dolomiti Energia Trentino, nel remake del derby italiano di Eurocup, ma soprattutto per provare a ribaltare il pesantissimo -19 della gara d'andata.

Il Trabzonspor Medical Park sarà invece di scena martedì 2 febbraio sul parquet di casa per affrontare il derby contro i campioni di Turchia in carica del Pinar Karsiyaka Izmir.

 

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Aradori 15, Polonara 6, Lavrinovic 11, Della Valle 18, De Nicolao, Strautins 2, Veremeenko 16, Silins 3, Gentile 10, Golubovic 8. All. Menetti

TRABZONSPOR MEDICAL PARK: Thompson 6, Sanli, Candan 3, Hardy 20, Velickovic 10, Kitchen 9, Demirel, Saruhan NE, Yildirim 7, Gulaslan 8, Stipanovic 13. All.Markovic

Arbitri: Foufis (Grecia), Dragojevic (Montenegro), Juras (Serbia)

Parziali: 26-17, 49-35, 70-56

Note: spettatori 2.757.