Gruppo B - Una determinata Reggio Emilia piega i solidi tedeschi dell’Alba Berlino

Una buona partenza, poi la fisicità dei tedeschi che per lunghi minuti sembra avere la meglio. Quando tutto sembrava ormai compromesso, De Nicolao insieme a Della Valle e Polonara hanno portato a termine l’impresa.
26.11.2015 07:09 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1049 volte
Gruppo B - Una determinata Reggio Emilia piega i solidi tedeschi dell’Alba Berlino

(di Gloria Tedeschi) Solo ieri il coach Menetti dichiarava che contro una squadra così prestante da un punto di vista fisico non si sarebbe potuti scendere in campo e fare a cazzotti, ma stasera le cose sono andate diversamente. La Grissin Bon ha sfoderato una  grinta, una tenacia e una determinazione che hanno portato la squadra,  dopo essere stata sotto anche di 11 punti, a piegare l’Alba Berlino per 74-71.

La rimonta dell’ultimo quarto è da attribuire ad un impavido De Nicolao che senza paura  ha scalato il muro tedesco, a un intenibile Polonara sul  finale e alla fondamentale bomba di Della Valle a 1’ dalla sirena. Nelle file del parterre, presenti ospiti di eccezione come Alessandro Gentile con il padre Nando, venuti a sostenere il play reggiano Stefano e l’ex della Pallacanestro Reggiana Vitalis Chikoko.

Il primo quarto si apre con un travolgente inizio di Aradori, grazie al quale i biancorossi  arrivano al 9-2 dopo 4’. Obradovic chiama il time out.  Al rietro la Grissin Bon pasticcia troppo soprattutto in fase di costruzione e l’Alba Berlino ne approfitta per riportarsi sul 13- 13 . I canestri di De Nicolao, l’ultimo dei quali sullo scadere del 10’ con una prodezza degna di un pallavolista, riportano i reggiani sul 18-13.

È Silins ad aprire il secondo quarto, subito seguito da Taylor. È proprio il tedesco poco dopo a commette antisportivo sul giovanissimo Strautins , che mette a segno entrambi i liberi dimostrando il coraggio di un veterano (22-16). La Grissin Bon fatica e non riesce a resistere nel duello fisico in mezzo all’area con i giocatori dell’Alba Berlino. Ne approfitta Milosavljevic. I reggiani continuano a sbagliare in attacco e sul 29- 24 firmato da Loncar, Menetti è costretto al time out.  L’Alba continua ad allungare e con la tripla di Cherry da centro campo, segnata sul suono della sirena, le squadre vanno negli spogliatoi con un punteggio di 38-29 per i giocatori di Obradovic.

La ripresa inizia con un canestro di Loncar. I tedeschi continuano a dimostrare grande intensità fisica, soprattutto sotto canestro e mantengono il vantaggio senza troppe preoccupazioni. Dopo un tecnico fischiato a Cherry, è Vereemenko con una tripla improbabile a sbloccare la situazione e portare l’Alba al time out sul 37-42. La Grissin Bon non molla e con Polonara che segna in reverse il -3 e un Aradori che si butta in area, torna al -1. Nemmeno il tempo di rendersene conto e Taylor torna a segnare dalla distanza, portando di nuovo la sua squadra sul 47-41 a 3’ dalla fine. Il nervosismo in campo è a un livello di allerta massima, la formazione biancorossa sta faticando a gestire la situazione falli  e l’antisportivo a Polonara e il tecnico di Kaukenas, nel giro di due possessi, fanno salire la tensione anche sulla panchina del coach Menetti. Della Valle entra in area e cerca il fallo. Arriva il primo canestro della sua partita, su tiro libero (1/2), a pochi secondi dalla fine.  All’ultima pausa ci si dirige sul 49-52.

Nonostante il successo dalla lunetta della guardia reggiana, l’Alba torna sopra di 5 e la difficoltà nella gestione dei falli per i biancorossi diventa sempre più evidente (dopo 4’ sono già in due ad avere 4 falli). De Nicolao, seppure la sua stazza non sia proprio paragonabile a quella dei giganti berlinesi, lotta e trova una tripla straordinaria, seguita da due liberi di Kaukenas che riportano Reggio davanti sul 58-57.  Il gioco si sposta immediatamente nell’area tedesca e Milosavljevic segna da dietro la riga dei tre punti.  De Nicolao non ci sta e risponde con un'altra bomba. A 3’ dalla sirena finale è Aradori con un grandioso canestro in fade away a riportare la Grissin Bon sul 63-65 e raggiunge così  quota 20 punti segnati. De Nicolao continua a segnare da 3 e con Polonara in lunetta si torna in parità sul 69-69.

È uno sbilanciatissimo Della Valle, quando manca poco più di 1’ alla fine, a sganciare un improbabile bomba che porta i reggiani in vantaggio 72-69 e il palazzetto impazzisce. I biancorossi si trovano con tre giocatori fuori per quinto fallo (Kaukenas, Vereemenko e De Nicolao). Sotto canestro si lotta come leoni ed è Stefano Gentile a spuntarla a 30’’ dalla fine. Time out dei berlinesi a 7’’ dal fischio finale.  Al rientro Loncar tira da 3 ma viene stoppato da un vorace Polonara che recupera anche palla, buttandola in aria e decretando così la vittoria della Grissin Bon per 74-71.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA  74 - ALBA BERLINO 71

GRISSIN BON:  Aradori 22, Polonara 5, Lavrinovic 8, Della Valle 9, De Nicolao 12, Pechacek, Strautins 2, Vereemenko 9,  Kaukenas 5, Silins 2, Gentile. Allenatore: Menetti

ALBA BERLINO: Giffey, King 2, Apkinar, Kikanovic 17, Loncar 10, Vargas, Liyanage, Wohlfarth, Milosovljevic 7, Cherry 9, Taylor 18, Watt 8. Allenatore: Obradovic

PARZIALI: 18-13; 11-25; 20-14.

ARBITRI: Perea (Spa), Baumanis (Let), Lopes (Por)