GRUPPO A Grissin Bon: un tempo in smoking ed uno in pigiama. Vince il Bamberg 75-61

Le Last 32 oramai sono un miraggio per il team di Max Menetti
20.11.2014 00:24 di Matteo Marrello Twitter:   articolo letto 1006 volte
GRUPPO A Grissin Bon: un tempo in smoking ed uno in pigiama. Vince il Bamberg 75-61

Grissin Bon per restare aggrappata alla speranza di poter accedere alle Last32 di Eurocup. 6° turno del Grone A, con la truppa di coach Menetti impegnata alla Brose Arena di Bamberg al cospetto della coriacea compagine tedesca allenata da Andrea Trinchieri e battuta nel match di andata a Bologna per 70-67

E' timido l'inizio degli emiliani che segnano 2 punti nei primi 2' di gara con capitan Cinciarini, mentre il Bamberg prova subito ad alzare la voce con Thompson, Ellis e Bagaric. Polonara corregge al volo un tiro da tre sbagliato da Mussini. Cervi segna dalla lunetta e Taylor trova la parabola dalla distanza per il -1 al 5'. I viaggi dalla lunetta di Mbakwe e Thompson riportano il Bamberg a +4, ma Reggio non ci sta e trova altri due canestri dai 6.75 ancora con Taylor e Cinciarini portandosi avanti  14-12. Taylor non ha esaurito l'energia e trova anche il 16-14 dalla media. Kaukenas con un 3/4 dalla lunetta fissa il primo parziale sul 21-16 in favore dei suoi.

Menetti ridà fiato a Taylor, botta e risposta in avvio di secondo quarto tra Lavrinovic e Strelnieks 
Mbakwe riporta i teutonici in scia, Kaukenas ristabilisce le distanze dall'arco. Il team di Trinchieri non molla. Polonara trova un mini allungo, ma a 2' dall'intervallo lungo Josh Duncan mette i liberi che riportano il match in parità (33-33). Lavrinovic sorpassa nuovamente, Polonara colpisce ancora da 3 punti si vede rispondere di tabella da Strelnieks. Si va nel tunnel degli spogliatoi con il vantaggio Grissin Bon 38-36.

Terzo quarto che si apre con il sorpasso Bamberg firmato da Tadda. Lavrinovic ben servito da Cinciarini schiaccia il 39-40. Controsorpasso di Mbakwe al 24' con un gioco da 3 punti. Polonara pareggia a quota 42, ma Duncan scrive un nuovo vantaggio dall'arco. Reggio Emilia soffre a rimbalzo, in attacco per non si lascia intimorire dal clima caldo e dallo svantaggio che tocca le 6 lunghezze al 27' con Theis. ) 52-46. Wanamaker si invola a canestro e subisce fallo da Taylor che conscio di aver commesso una ingenuità si accomoda in panchina. In un amen ora l'attacco latita e Strelnieks affonda il coltello nella piaga emiliana con la tripla del +11 accorciata solo da un libero di Cinciarini. 57-47 al 30'.  

I  ragazzi di coach Trinchieri capiscono che è il momento di chiudere il contro e lo fanno grazie a due palle perse dai reggiani in fase di manovra di gioco. Shipp e Thompson sigillano la gara sul +15 al 33'. La Grissin Bon non c'e praticamente più e si fa onore solo con due buone trovate da parte di Cinciarini e Della Valle. Un siluro di Theis porta addirittura i tedeschi ad un passo dal ventello, l'orgoglio dri biancorossi regge e chiude sul 75-61. Il Bamberg si avvia a grandi falcate verso il secondo turno di Eurocup. Reggio Emilia oramai è tenuta in Europa dalla matematica, che però non le perdonerà un nuovo black out.