FIBA Europe Cup - Oldoini: “La transizione difensiva chiave del match contro Bakken Bears, vietato concedere secondi tiri”

10.04.2018 14:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 186 volte
FIBA Europe Cup - Oldoini: “La transizione difensiva chiave del match contro Bakken Bears, vietato concedere secondi tiri”

La Sidigas si prepara all’importante scontro con i danesi di Bakken Bears, valevole per la prima gara delle semifinali di FIBA Europe Cup, che anche questa volta prevede la formula andata-ritorno. Il match avrà inizio domani alle ore 20.30 presso il PalaDelMauro di Avellino e sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube della competizione europea. La Società ricorda che la prevendita dei tagliandi per la gara è attiva (tutte le informazioni a questo link: ) e che il match di ritorno si disputerà il giorno mercoledì 18 aprile alle ore 18.30 italiane.

A presentare il match è l’assistant coach biancoverde Massimiliano Oldoini:

 

Bakken Bears è una squadra che ha ampiamente meritato di giocare questa semifinale europea. È un team che possiede grande talento atletico e che ha delle qualità importanti: innanzitutto corrono il campo in cinque, lunghi compresi, giocano sopra il ferro prendendo ben 15 rimbalzi offensivi di media e sono infine temibili al tiro da tre punti. Dovremo essere abili a disputare una gara difensivamente pari a quella contro Cremona: la transizione difensiva sarà infatti la chiave del match e dovremo fare in modo di togliere il campo aperto ai nostri avversari e soprattutto di non concedergli secondi tiri. È inoltre una squadra che in ogni match mette in condizione cinque dei suoi giocatori di raggiungere la doppia cifra. Hanno anche delle individualità importanti: basti pensare alla guardia, Purcell, che ha grande talento con la palla in mano e attacca sempre il ferro con grande energia, battendo l’avversario in palleggio in 1 vs 1; hanno poi l’ala grande Crockett, altro giocatore molto importante, dotato di un ottimo tiro da tre punti.

Disputare una semifinale di Coppa è un traguardo speciale ed importante per noi e sono sicuro che anche il pubblico non veda l’ora di dare una spinta alla squadra per provare a vincere gara 1: giocare in casa sarà come sempre un fattore determinante per noi”.