EuroCup Women - Tutto come copione per Venezia vs le francesi del Saint Amand

11.01.2018 01:33 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 190 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Carangelo (17 punti)
Carangelo (17 punti)

Le orogranata non si accontentano del +29 ottenuto in terra d’oltralpe e vanificano i timori della vigilia aggiudicandosi con ampio margine anche la gara di ritorno ottenendo il passaggio al turno successivo.
Lo starting five veneziano è composto da Micovic, Carangelo, Bestagno, Kacerik e Walker. E’ proprio quest’ultima ad andare a segno, subito imitata da Carangelo che firma il 5-0 dopo poco più di un minuto.
Bruner muove il punteggio per le francesi ma Bestagno si fa “perdonare” da sotto due precedenti errori dalla lunetta.
L’assist di Carangelo consente a Bestagno di incrementare il proprio bottino personale e costringe coach Fernandes ad utilizzare il primo time out.
Il minuto di sospensione non modifica l’andamento del match e Kacerik dai 6,75 “castiga” nuovamente la difesa transalpina. Dalla linea della carità Bestagno allunga (14-2 a -4,56) mentre fa il suo ingresso sul parquet Maya Ruzickova. Bruner assottiglia il divario ma ancora Kacerik dall’angolo riallontana i propri colori.
Si susseguono i cambi sul fronte delle padrone di casa il cui minutaggio viene “centellinato” da coach Liberalotto, consapevole che il derby contro San Martino di Lupari è alle porte.
L’1 vs 1 di Williams è immarcabile e altrettanto efficace dalla lunga distanza è Martina Sandri, questa sera in grande spolvero, che fa avanzare l’Umana Reyer sul 21 a 6 a meno di un minuto dal primo intervallo breve. Sulciute è precisa ai liberi e chiude la prima frazione sul 23 a 8.
L’inerzia della gara non sembra variare nel secondo periodo che inizia all’insegna di un “dai e vai” tra Sandri e Williams. Due canestri consecutivi del Saint Amand rendono meno pesante il divario mentre il coach orogranata continua a mescolare le carte con ottimi risultati. La percussione di Williams va a buon fine e vale il +17. Madera e Togliani lottano da vere “leonesse” strappando gli applausi del pubblico presente. L’ex Torino Bruner si fa valere sotto i cristalli nonostante qualche imprecisione di troppo.
Si susseguono i canestri con Fouasseau, Carangelo da tre punti e “replica” della play di Maddaloni che vanifica la tripla messa a segno da Mbuyamba. Garcia tenta una timida reazione ma Madera e Carangelo fanno letteralmente “volare” la Reyer portandola sul 43 a 21. Ancora Garcia a tenere alto il vessillo delle ospiti dalla lunga ma la reattività delle lagunari non lascia adito a grosse illusioni di rimonta. Fouasseau manda le due formazioni negli spogliatoi sul punteggio di 44 a 26.
Cos’abbia detto alle sue ragazze il coach francese durante la pausa lunga non è dato a sapere. Di fatto, il Saint-Amand inizia la terza frazione infilando cinque punti consecutivi. Walker va a segno, ma Garcia dimostra grande carattere facendo capire di non essere disposta a mollare. La reazione veneziana è immediata con Walker autrice di un’azione da tre punti. Due recuperi in rapida successione di Togliani, sono il preludio a un canestro di ottima fattura di Ruzickova. Show dai 6,75 di Tetemondova, Williams e Dieme che portano il punteggio sul 58 a 43. Il terzo quarto si conclude con l’ennesima conclusione a segno di Williams dalla lunga distanza che ferma il tabellone sul 62 a 43.
Mbuyamba apre gli ultimi 10′, poi De Pretto di “arrampica” in aria e deposita nella retina francese. Sandri e Carangelo confermano buona mira dalla lunga. Il fallo antisportivo fischiato a Williams vale solo per la cronaca in quanto non ci sono dubbi circa l’esito della gara che vede l’Umana allontanarsi ulteriormente (73-48 a-7,35) grazie a De Pretto.
A sette minuti dal buzzer conclusivo, la gara diventa “accademia” con l’Umana che continua a “macinare” il proprio gioco aumentando il vantaggio. C’è comunque ancora il tempo per qualche buona azione individuale ed il sigillo finale apposto da Sara Madera con una conclusione dai 6,75.
L’Umana Reyer, autrice di un’ottima prova di squadra che ha consentito di trascrivere a referto, nella colonnina punti, 11 delle 12 giocatrici a disposizione, accede meritatamente al Round of Eight e può proseguire con cauto ottimismo la propria marcia di avvicinamento all’importante gara di domenica.

UMANA REYER VENEZIA – SAINT AMAND 88-55

(Parziali: 23-8; 44-26; 62-43)

Umana Reyer Venezia: Micovic, Bestagno 8, Carangelo 17, Kacerik 7, Williams 11, De Pretto 7, Sandri 12, Ruzickova 4, Dotto 6, Madera 7, Togliani 2, Walker 7

Saint Amand: Fouasseau 7, Tetemondova 3, Dieme 11, Ngo Ndjock 2, Garcia Salinero 10, Bruner 9, Mbuyamba 7, Marie, Sulciute 6, Dembet

Totali di squadra:

Umana Reyer Venezia: tiri da 2 21/39, tiri da 3 10/18, t.l. 16/21, rimb. dif. 29, rimb. off. 8, p.p. 11, p.r. 12, assist 23
Saint Amand: tiri da 2 13/38, tiri da 3 7/15, t.l. 8/12, rimb. dif. 21, rimb. off. 5, p.p. 16, p.r. 6, assist 14

(s.v.)