EuroCup Women - A Brno arriva la sesta vittoria su sei per la Reyer Venezia

30.11.2017 09:24 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 126 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Dotto (13 punti)
Dotto (13 punti)

L’Umana Reyer torna alla vittoria nell’anticipo di Eurocup che sancisce definitivamente il suo primo posto nel girone I.
Le padrone di casa cercano di sorprendere le orogranata con un’inizio veemente e andando a bersaglio con Burgrova e Satoranska, quest’ultima da oltre l’arco. Le orogranata vanno a segno con Ruzickova anche se Kopecka ristabilisce prontamente il +5 (7-2 a -8,07).
Le lagunari sembrano sorprese dalla foga avversaria ma mantengono il loro equilibrio di squadra e recuperano affidandosi alle mani di Ruzickova e De Pretto. Primo vantaggio veneziano grazie al 2/2 ai liberi di Williams. Le lagunari non si fermano e capitan Carangelo mette la tripla del 7 a 12 quando mancano tre minuti alla prima sirena e costringendo il trainer ceco a rifugiarsi nel suo primo time out. Sujanova riduce lo svantaggio mentre De Pretto con due tiri liberi firma il 9 a 14. Entra Anna Togliani in sostituzione di De Pretto, sino a questo momento molto intraprendente. Holubova da sotto misura non fallisce e ancora lei riporta le compagne sul 13 a 14. Carangelo è letale dalla lunga e da 8 metri straccia la retina avversaria chiudendo la prima frazione sul 13 a 17.
In avvio di secondo periodo rientra Williams. Attacchi “spuntati” su entrambi i fronti e palle perse che si sprecano mentre gli allenatori alternano le loro giocatrici cercando una continuità offensiva che stenta ad arrivare. Bisogna così attendere oltre tre minuti e Walker che cattura un rimbalzo offensivo depositando a canestro sbloccando così il tabellone. Lo spazio di un’azione ceca e Carangelo piazza una bomba “ignorante” che vale il +9 reyerino (22-13 a -5,42). L’assist di Walker per Ruzickova è da manuale e l’Umana raggiunge il vantaggio in doppia cifra. Sempre Walker sugli scudi con una conclusione dalla lunga. Il divario aumenta grazie alla precisione di Dotto dalla “linea della carità” (13-29 a -2,56). Burgova si fa rispettare dalla media con un’azione da tre punti che ridà morale alle compagne. Sujanova replica al 2/2 di De Pretto dalla lunetta ma l’Umana si è sbloccata definitivamente e Dotto emula Carangelo da oltre l’arco. De Pretto, grazie alla sua prorompente fisicità, usa al meglio la linea di fondo, quindi, sul buzzer di metà gara, Dotto si inventa il canestro che manda le formazioni all’intervallo lungo sul 19 a 39.
Brno subito a bersaglio con Burgrova al rientro dagli spogliatoi. Botta e risposta tra le due formazioni con Walker, Remenarova e Bestagno che fanno “correre” il punteggio (25-46 a -6,01). Bestagno fa buona guardia sotto i cristalli stoppando Remenarova, poi è il turno di Walker per un “fallo e vale” che fa volare Venezia sul 25 a 49. Dotto dal vertice del pitturato incrementa il vantaggio ma Brno non vuole sfigurare di fronte al proprio pubblico e contiene il divario in termini accettabili con Remenarova da oltre l’arco. Ruzickova prima capitalizza una serie di rimpalli appoggiando a canestro poi, nell’azione a seguire, serve un pallone d’oro a Dotto che non sbaglia (31-55 a -2,34). Il match sembra oramai saldamente in mano veneziana ed il terzo quarto si chiude sul 34 a 58.
Gli ultimi 10′ si aprono con la conclusione dalla lunga di Madera. Lo scivolamento a canestro di Ruzickova è da cineteca mentre anche Madera dimostra di saper giocare spalle a canestro facendo buon uso del piede perno. Piccolo break a favore delle giocatrici ceche firmato da Sujanova, Jandova e Berankova ma la Reyer questa sera non è intenzionata ad abbassare la guardia e Madera torna ad essere “chirurgica” dall’angolo dei tre punti. La partita si avvicina rapidamente al termine con Brno che tenta sino all’ultimo secondo, anche senza grossi risultati, di accorciare quanto meno le distanze.
Si chiude con le squadre abbracciate al centro del campo e con l’Umana già concentrata sul prossimo incontro casalingo che la vedrà affrontare le campionesse italiane di Lucca. (s.v.)

KP BRNO – UMANA REYER VENEZIA 51 – 76

(Parziali: 13-17; 19-39; 34-58)

KP Brno: Andelova 1, Kopecka 3, Lancova, Jandova 2, Burgrova 9, Remenarova 9, Satoranska 3, Sujanova 9, Prokesova 3, Berankova 6, Holubova 6, Dudackova

Umana Reyer Venezia: Bestagno 7, Carangelo 10, Kacerik n.e., Williams 2, De Pretto 9, Sandri 1, Ruzickova 12, Dotto 13, Madera 8, Togliani 2, Walker 12

Totali di squadra:
KP Brno: tiri da 2 16/40, tiri da 3 3/16, t.l. 10/15, rimb. dif. 24, rimb. off. 13, p.p. 17, p.r. 4, assist 12
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 21/41, tiri da 3 7/17, t.l. 13/18, rimb. dif. 28, rimb. off. 9, p.p. 13, p.r. 6, assist 14