EuroCup - Fiat Torino, Galbiati presenta lo Zenit e spera nel recupero di Patterson

06.02.2018 17:11 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 465 volte
EuroCup - Fiat Torino, Galbiati presenta lo Zenit e spera nel recupero di Patterson

Paolo Galbiati sarà domani alla sua prima uscita ufficiale da head coach della Fiat Torino Auxilium, chiamata all’ostica impresa di superare di almeno 12 punti lo Zenit San Pietroburgo per accedere ai quarti di finale di 7Days EuroCup: “Giocheremo contro una squadra molto forte – esordisce Galbiati – che ha recentemente inserito in roster un giocatore abile come Malcolm Griffin, elemento andato a rinforzare ulteriormente il pacchetto degli esterni. L’arma migliore dello Zenit è la capacità di correre e colpire in transizione, oltre all’abilità tecnica dei suoi singoli nell’uno contro uno. Temibili anche i lunghi. Una sfida, quella di domani sera, da dentro o fuori. Se per lo Zenit i quarti di finale erano un chiaro obiettivo d’inizio torneo non si può dire la stessa cosa per noi, ma quando si arriva a questo punto della competizione è giusto scendere sul parquet per ottenere il massimo. Lo faremo, anche se stiamo attraversando un momento difficile. Stiamo preparando la partita con tanta concentrazione e chiediamo ad ognuno di dare qualcosa in più in campo. Un possesso in più, un tuffo in più, una corsa aggiuntiva. Difficile vincere e farlo con 12 punti di scarto, ma ci proveremo cercando di mettere sul terreno di gioco tutto ciò che abbiamo. Questo chiedo a me stesso, a tutti noi e chiaramente ai giocatori. Faccio anche un appello al pubblico affinché sia con noi, dall’inizio alla fine. Sappiamo quanto al PalaRuffini questo possa fare la differenza e ci contiamo”.
Quale squadra scenderà in campo domani sera?: “Non siamo al cento per cento fisicamente – conclude Galbiati – e sarà la rifinitura di domani mattina a chiarire la possibilità o meno di schierare Lamar Patterson. Ribadisco che sarà fondamentale lo spirito con cui affronteremo questa difficile e al contempo motivante sfida”.