Buscaglia "Per passare il turno, occorre una grande prestazione esterna"

23.02.2016 18:15 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 402 volte
Buscaglia "Per passare il turno, occorre una grande prestazione esterna"

Dichiarazioni pre gara per Buscaglia, Cavazzana e Poeta nell'avventura di Eurocup degli ottavi di finale, opposti al CAI Saragozza.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Si tratta di una sfida che deve essere interpretata sull'arco di due partite. E' ovvio però che per passare sarà necessaria una grande prestazione fuori casa, e in questo senso dovremo fare tesoro dell'esperienza fatta in Coppa Italia, giocando 40 minuti cercando di fare il minor numero possibile di errori. Provando ad esempio ad eliminare quelli più banali, che possono rivelarsi alla fine determinanti in una sfida che somma i punti delle due gare, di andata e ritorno".

VINCENZO CAVAZZANA (Assistant Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Zaragoza è una squadra molto lunga, dalla rotazione estremamente profonda, in cui saranno da tenere sott'occhio soprattutto il playmaker Bellas, vero e proprio motorino del gioco aragonese, la guardia Sastre, estremamente pericolosa con le sue soluzioni perimetrali, il serbo Jelovac, prima opzione offensiva del loro attacco, e il neozelandese Fotu, già compagno di Peppe Poeta al Manresa".

PEPPE POETA (Play DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Quella di domani sarà una sfida estremamente difficile. Per l'importanza della posta in palio, visto che la vincente della doppia sfida approderà ai quarti di Eurocup, per il valore del roster avversario, lunghissimo e con tanti giocatori di qualità, e per quanto il campo di Zaragoza può essere ostico: qui ho già giocato diverse volte nelle mie esperienze nella Liga, e questa è una piazza bellissima, con pubblico caldo e molto vicino alla squadra. Sarà una battaglia, lo sappiamo e siamo pronti ad affrontarla al meglio.