Bazarevich: «Vittoria che fa morale», Pashutin: «Atteggiamento inacettabile»

Le parole dei coach di Lokomotiv e Unics dopo la gara di andata del derby russo dei quarti di finale vinta dalla squadra di Krasnodar
18.03.2015 23:08 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 474 volte
Bazarevich: «Vittoria che fa morale», Pashutin: «Atteggiamento inacettabile»

Dopogara vivace alla Basket Hall di Kazan. La Lokomotiv batte per la terza volta in stagione (su tre sfide) l’Unics Kazan 87-78, e Sergey Bazarevich può gioire viste anche le assenze di Randolph e Brown: «I playoff sono una grande vetrina. Siamo felici di questa vittoria esterna, viste quelle che erano le premesse prima della palla a due. Eravamo senza alcuni giocatori importanti, ma la squadra si è compattata, e ora il morale è molto alto». Stato d’animo ovviamente opposto per il collega Evgeny Pashutin. L’Unics, dopo l’eliminazione in Eurolega, non ingrana in campionato e ora rischia grosso anche in Eurocup: «La squadra ha giocato con una delicatezza che definirei femminile. Per due quarti non abbiamo difeso, abbiamo giocato senza contatto, e solo alla fine siamo passati ad un atteggiamento più aggressivo. E’ stata la partita dell’anno, una lotta per la sopravvivenza, ma solo negli ultimi minuti della gara. Questo è inacettabile». Un attacco diretto ad una squadra che pare davvero senza nima: «Chi non se la sente di giocare non giochi, non mi importa il nome e il curriculum. Non c’era il fuoco negli occhi. Sono io il responsabile di tutto questo, lo so, ma così non si può giocare».