Bayern - Olimpia Lubiana giocata in sala stampa - highlights

29.01.2015 16:42 di Simone Sperduto  articolo letto 528 volte
Bayern - Olimpia Lubiana giocata in sala stampa - highlights

Svetislav Pesic (tecnico Bayern): “È stata una gara difficile ma alla fine abbiamo fatto valere la nostra qualità. Lubiana ha trovato sempre il modo di sorprenderci e segnare. Negli ultimi secondi è stato un vero testa a testa e siamo stati bravi a mantenere il controllo della gara. Vincere come abbiamo fatto oggi è importante per la fiducia nei propri mezzi“.

Bryce Taylor (18 punti): “Oggi mi sentivo davvero bene. Da quando sono rientrato dopo l’infortunio penso che questo sia stato il giorno in cui mi sono sentito meglio. Nelle ultime gare abbiamo giocato bene. La nostra fiducia sta crescendo gara dopo gara soprattutto dopo che la squadra è praticamente al completo e stiamo recuperando anche gli infortunati. Rimaniamo concentrati sull’Eurocup. Vogliamo andare il più avanti possibile nella coppa. Si tratta di una competizione prestigiosa e di ottimo livello. Siamo contenti per aver passato il turno con due giornate di anticipo”.

Pipan Ales (tecnico Union Olimpia Lubiana): “Prima di tutto congratulazioni al Bayern e a Pesic per la vittoria. È stata una bella gara, combattuta e difficile. Sono soddisfatto per l’atteggiamento mostrato dai miei nel secondo tempo. Nei primi due quarti abbiamo lasciato troppi spazi liberi e concesso troppi tiri senza aggredire i nostri avversari”.

Dino Muric (19 punti): „Abbiamo giocato bene. Siamo rientrati prepotentemente in partita nell’ultimo quarto ma ci è mancata la lucidità nel finale. Taylor ha realizzato una o due triple decisive proprio allo scadere dei 24 secondi e i suoi compagni hanno realizzato dei canestri difficili. Siamo fiduciosi per il futuro e usciamo a testa alta. Abbiamo una squadra molto giovane e c’è anche una differenza di budget. Oggi non siamo stati aiutati dalla buona sorte. È difficile affrontare il Bayern perché possiede diversi giocatori alti e forti fisicamente, come ad esempio Stimac oppure come Savanovic che sa tirare benissimo. Per me è stato difficile riuscire a contenere Stimac nel pitturato e cercare di coprire su Savanovic. Posso dire di essere soddisfatto della mia prestazione personale ma sicuramente c’è sempre qualcosa da migliorare. Abbiamo delle speranze di passare il turno e dobbiamo lottare per riuscirci. La nostra priorità è di fare bene in Adriatic League e siamo già con la testa rivolta al nostro prossimo avversario, lo Zadar.