Al PalaTrento arriva il Telekom Bonn di White e Klimavicius

Mercoledì sera ultimo match interno del girone A per la Dolomiti Energia
08.12.2015 11:59 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 351 volte
Al PalaTrento arriva il Telekom Bonn di White e Klimavicius

Prima in Serie A Beko, prima in Eurocup, la Dolomiti Energia Trentino non ha alcuna intenzione di
fermarsi. Proprio per ottimizzare le proprie chance di concludere al primo posto anche la fase
eliminatoria di Eurocup la squadra allenata da Maurizio Buscaglia, pur già certa della propria
qualificazione alle Last 32 grazie alla vittoria corsara della scorsa settimana a Nanterre, affronta
mercoledì sera al PalaTrento il Telekom Baskets Bonn: battendo i tedeschi ai bianconeri sarebbe
sufficiente poi vincere il confronto diretto dell'ultima giornata contro il Dominion Bilbao, senza
doversi preoccupare del punteggio finale del match. In caso di sconfitta nella sfida interna contro
Bonn e di contemporanea vittoria del Dominion a Ljubljana, invece, Forray e compagni sarebbero
costretti tra sette giorni a vincere a Bilbao con almeno sei punti di scarto per poter raggiungere i
baschi a quota 14 e raddrizzare così la differenza canestri negli scontri diretti contro Raul Lopez e
compagni.

ALTI E BASSI Ultimo con due sole vittorie, il Telekom Baskets Bonn è invece alla disperata ricerca di
punti per proseguire il proprio cammino in Eurocup, che si interromperebbe matematicamente in
caso di sconfitta al PalaTrento. La storia dei tedeschi nel Girone A di Eurocup - iniziata con
eccellenti premesse nelle prime tre giornate vincendo contro Oldenburg (88-77) e a Ljubjana (77-
82) e perdendo solo contro Bilbao (81-90) - è infatti proseguita con meno fortuna. Alla sconfitta
casalinga rimediata contro la Dolomiti Energia nel quarto turno (89-96) ne sono poi seguite altre
quattro, subite rispettivamente da Nanterre (101-78), Oldenburg (77-70) e Bilbao (95-80). Infine,
mercoledì scorso, nemmeno la straordinaria prova di Tadas Klimavicius, autore di 25 punti e 11
rimbalzi, con ben 35 di valutazione, era bastata per avere la meglio su Ljubjana, impostasi al
Telekom Dome per 88-93.

IL ROSTER Nato nel 1995, proprio come l’Aquila Basket, il Telekom Baskets Bonn è allenato da
Mathias Fischer. Il team tedesco, che all’andata spaventava per capacità di giocare con fluidità in attacco e di tirare con precisione dal perimetro, ha visto le proprie percentuali da tre diminuire
sensibilmente (da 42.7% a 38.8%), contraendo di conseguenze anche la media dei punti segnati a
partita, scesi da 83.6 a 82. Il talento offensivo non manca però al roster tedesco, che annovera un
pacchetto di lunghi dal bagaglio tecnico completo. Tra questi spicca l’ala Aaron White, già
apprezzato nella gara d’andata e autore di 12.1 punti e 5.8 rimbalzi di media in Eurocup.
Fondamentale è l’esperienza ed intelligenza cestistica di Tadas Klimavicius (11.6 punti, 4.8 rimbalzi
a sera, col 62.7% dal campo e il 50% da tre), lungo dalla mano educatissima con un passato
importante alla Zalgiris Kaunas. Da non sottovalutare nemmeno l’apporto di Dirk Madrich, che
contribuisce con 10.8 punti (col 41,9% da tre) e 3.5 rimbalzi ad allacciata di scarpe. L'attacco di
coach Fischer, ben orchestrato dalle abilità di playmaking di Eugene Lawrence (11.4 punti di media,
accompagnati da ben 7.8 assist a partita), si basa infine su due affidabili cecchini dall’arco come
Rotnei Clarke (8.4 punti a partita col 50% dal perimetro) e Jimmy McKinney (8.8 punti col 46.2% da
tre).

IL PRECEDENTE Con una prova di grande carattere, lo scorso 4 novembre, la Dolomiti Energia portò
a casa una importante vittoria al Telekom Dome. Guidata dalle qualità della sua front line con
Wright (21 punti), Pascolo (18) e Lockett (20) sugli scudi, la squadra di Buscaglia si guadagnò
proprio nella ex capitale della Germania Occidentale il provvisorio primato nel Girone A. Davanti ai
quasi 4.000 del Telekom Dome il team tedesco, pur capace di vincere il confronto a rimbalzo (31-
29) e negli assist (23-19), fu infatti sconfitto per 89-96 complice la buona difesa dell'arco dei tre
punti (9/26) di cui Forray e compagni furono capaci. Tra i renani spiccò la straordinaria prova di
Aaron White (23 punti con 9/12 dal campo), oltre ai più che positivi contributi di McKinney (14),
Klimavicius (12) e Madrich (12).

QUI TRENTO Contro il Telekom Baskets coach Maurizio Buscaglia tornerà ad avere a disposizione
tutti i propri effettivi. Jamarr Sanders è infatti rientrato lunedì sera dagli Stati Uniti ed ha ripreso ad
allenarsi col gruppo già da martedì mattina.

LE DICHIARAZIONI - VINCENZO CAVAZZANA (Assistant coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "La
situazione di classifica del girone A a due giornate dal termine della prima fase renderà la nostra
sfida contro Bonn particolarmente avvincente. Lo scontro diretto tra Nanterre e Oldenburg, infatti,
farà in qualunque caso salire a quota 4 vittorie una delle due formazioni, costringendo così il
Telekom Baskets a dover per forza passare al PalaTrento per poter ancora sperare nella
qualificazione. Bonn quindi arriverà sul nostro campo consapevole di essere all'ultima spiaggia: si tratta di una squadra con un buon collettivo, con tanti terminali in attacco che la rendono team
pericoloso proprio per la grande varietà delle soluzioni offensive di cui dispone. Hanno lunghi ed
esterni capaci di aprire il campo con il loro tiro da fuori: penso a Madrich, McKinney, Clark e
Lawrence, anche se il giocatore che mi ha colpito di più non solo in questa squadra ma forse
nell'intero girone è White: un quattro molto versatile che sta davvero facendo bene. Contro di noi
mancherà ancora Philmore, giocatore che si infortunò proprio in occasione della gara da noi vinta
a Bonn, e la cui assenza ha certamente pesato sul calo di risultati di Bonn. Noi dovremo comunque
affrontare l'incontro con l'impegno e l'aggressività delle ultime partite, cercando di migliorare gli
aspetti su cui abbiamo avuto qualche problemino in più. Controllo dei tabelloni e pericolosità
diffusa dovranno essere gli obiettivi da raggiungere per portare a casa una sfida che comunque
conterà anche per noi, visto che il nostro obiettivo resta quello di provare a chiudere al primo posto
il girone".