LIVE: EuroBasket 2017 - Helsinki in festa: la Finlandia vola agli ottavi, Grecia sull'orlo del baratro

05.09.2017 20:52 di Lorenzo Belli  articolo letto 870 volte
Koponen
Koponen

Una partita da incorniciare quella dei finnici che dominano sin dalle prime battute una Grecia troppo brutta per giustificarsi con le assenze, tanti i giocatori esperti e smaliziati a questo livello per offrire uno spettacolo del genere; Koponen (24 punti e 6 assist) e Markkanen (17 e 6 rimbalzi) sono l'anima dei padroni di casa che nel momento di difficoltà si aggrappano al veterano Rannikko (14 e 5 assist) per la gioia del chiassoso e festante pubblico locale. Il "piccolo" Antetokounmpo (17) è l'ultimo ad arrendersi, Sloukas l'unico aiuto concreto (12) mentre Calathes (2) e Bourousis (1) sono i grandi assenti per una Grecia che domani o vince o torna ad Atene e sarebbe clamoroso ma, per quanto fatto vedere, giusto

LA CRONACA LIVE: Gara delicata per gli ellenici dopo le due sconfitte già patite nelle prime uscite, grande occasione per i finlandesi di staccare il pass per gli ottavi e considerando che l'ultima gara li vedrà opposti all'Islanda potrebbe scapparci anche la seconda piazza in caso di vittoria odierna. 

Dettman sceglie Koponen, Salin, Huff, Lee e Kotti per iniziare la contesa, Missas parte con Sloukas, Calathes, Papanikolaou, Printezis e Papagiannis

Spinti dal proprio pubblico partono meglio i finnici con Koponen a dettare i ritmi e segnare i primi canestri, greci in grave affanno specialmente in fase offensiva e quando entra Markkanen infila i tiri liberi per il vantaggio in doppia cifra (18-7); un piccolo sussulto di Antetokounmpo e Mantzaris viene frenato da Salin che insacca dai 6,75 e al 10' è 23-14 per gli scandinavi 

Printezis prova a mettersi in ritmo ma è Markkanen che scappa alla difesa schiaccia e subisce fallo ad aggiornare il massimo vantaggio (30-18); ancora l'ala dell'Olympiakos con l'aiuto di Pappas provano a rimettersi in scia ma Koponen - con il gentile aiuto di un goffo Agravanis - ne mette 4 tutti assieme (35-24) frustrando le ambizioni elleniche. I padroni di casa fanno male dai 6,75 con Lindbom e Huff, a Missas non resta che il time out per non farsi distanziare troppo; obbiettivo raggiunto dato che la distanza non varia quando si arriva all'intervallo la Finlandia guida di 12 lunghezze (45-33) grazie a Lindbom che fa saltare sui seggiolini tutti i colorati tifosi locali con una schiacciata in tap in nella azione conclusiva della frazione

Dopo la tripla di Sloukas sono un Koponen particolarmente ispirato e Huff a mettere un +18 (54-36) che fa sognare la Finlandia, Grecia in evidente difficoltà con Markkanen che posterizza Papagiannis con una schiacciata tremenda che vuol dire 20 di differenza. L'esperienza di Printezis e Sloukas per provare una reazione, Koponen e Markkanen però contengono il ritorno con canestri di classe e alla terza sirena è 67-52 per i finnici che hanno un piede e mezzo ad Istanbul

L'orgoglio greco è noto: Antetokounmpo, Sloukas, Mantzaris ed Agravanis e il ritardo è dimezzato in poco più di 3' (69-63). Il quintetto mobile ha avuto un gran impatto per la squadra di Missas che in difesa obbliga Salin e soci a tiri forzati e totalmente fuori misura, un antisportivo a Pappas frena l'inerzia con Rannikko preciso dalla lunetta poi la tripla di Markkanen (75-65 -4'48"); il veterano play maker è il cervello dei ragazzi di Dettmann e detta i ritmi giusti, oltre ad infilare una tripla e i liberi, per tenere a distanza gli ellenici (80-71 a -2') nonostante le velleità di Agravanis ed Antetokoumpo di diventare gli eroi a sorpresa. A mandare i titoli di coda un tentativo di "omicidio" da parte del duo Antetokoumpo - Pappas su Markkanen, antisportivo a dir poco eclatante (84-74 -1'07"). Finisce con il risultato di 89-77 con i finlandesi che si guadagnano la qualificazione agli ottavi e domani possono sognare di prendersi persino la seconda piazza, per la Grecia le gare ad eliminazione diretta iniziano domani: o batte la Polonia e passa come quarta o è eliminata