Un "bollettino di guerra" !

02.07.2012 22:35 di Sandro Spinetti  articolo letto 1489 volte
Un "bollettino di guerra" !

Leggere Pianetabasket.com è come leggere un “bolletino di guerra” o l’esito delle bocciature agli esami od ancora l’elenco delle aste fallimentari.

Non vi è giorno in cui non sono annunciate Società in crisi, altre “costrette” a rinunciare alla categoria (spesso dopo la promozione) e talune sull’orlo della scomparsa.

Ma come è possibile riordinare, programmare e ripartire in questo stato di  precarietà e profonda incertezza, con la FIP in stand by in attesa del nuovo Presidente e le Leghe incartate sulle loro miopie ?

Di Treviso e Roma non si sentono più nemmeno i lamenti (saranno guarite ?) di Teramo si aspetta la fumata papale, mentre altre realtà minori o periferiche, quali Brescia, Cervia e via discorrendo, sono all’autoriduzione.

Fabbricatore ha sparato a zero sull’intero Sistema ed anche io stesso ho ripetuto e per l’ennesima volta, che le riforme sono in divenire, che i soldi sono sempre meno, che le giovanili producono poco e che il “MERCATO”, maledetto mercato, assorbe tutto: soldi, speranze, futuro !

Continuiamo a navigare a vista e con prospettive di galleggiamento sempre più improbabili, mentre il “Porto del Rilancio” sembra allontanarsi ogni giorno di più.

Le piccole Società hanno difficoltà a reclutare perché le famiglie hanno meno soldi ed anche la quota del minibasket diviene pesante e noi….. con le tasse federali alimentiamo tante gite delle nostre Nazionali (accorpiamo le annate).

  Smettiamola di vivere nelle nostre presunzioni e scendiamo di qualche livello (spese e stranieri); anche il Calcio, il dio calcio, comincia ad accusare gli stessi scompensi, anzi è la “madre” di tutti i mali del nostro sport; soprattutto professionistico.

Olimpiadi come un luccicante Circo dorato, il Calcio soffocato dai debiti, ma cartellini da 40 milioni (Thiago Silva) ed ingaggi da 4 o 5 milioni, sono all’ordine del giorno ed offuscano la mente dei tifosi, che dimenticano di vivere da disoccupati, precari o con pochi euro al mese.

L'Italia in Europa e Prandelli al suo timone ci hanno ridato dignità ed immagine, ma archiviata la competizione continentale, già impazzano nomi, cifre e.....i vergognosi rosari a 7 cifre di euro.

Ed è il Calcio: figuriamoci la Pallacanestro !

(c) Riproduzione Riservata