Tendenza al ribasso, tendenza all'illecito, e una provocazione: Gentile a Treviso!

 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 2168 volte
Tendenza al ribasso, tendenza all'illecito, e una provocazione: Gentile a Treviso!

Il campionato italiano di serie A tende al ribasso: formazioni gloriose e ricche di tradizione (e di pubblico!) come Cantù, Pesaro e Varese stazionano nei bassifondi della classifica; le due bolognesi, Treviso, Siena, Roma e Trieste servono a rivalutare i diritti televisivi della serie A2 e i numeri del campionato cadetto. In più, con l'uscita di scena di Gentile dall'area scudetto - non pensiamo l'Olimpia nel lasciarlo libero lo abbia lasciato totalmente libero di rinforzare una Reggio Emilia (esempio senza dietrologia, ovviamente anche se papà Gentile ieri al PalaBigi non ha rilasciato commenti né manifestato stupore) piuttosto che Avellino o Venezia - abbiamo la maggioranza dei giocatori del roster della Nazionale del Preolimpico che non gioca in Italia. Forse una benedizione per Messina, specialmente se troverà il playmaker che faccia la differenza nei momenti topici di un incontro, il vero cruccio della rappresentativa maggiore fin dai tempi del Pianigiani in seconda fascia europea. Anche in questo rimarremo non ascoltati banché i fatti ci danno pienamente ragione: Cnciarini e Poeta non lo sono nemmeno nelle loro squadre di club!

Il maxischermo di Trieste per il derby con Udine avrà fatto venire qualche dubbio in Legabasket? Non è che ci sarebbe qualche cosa da copiare dal più creativo mondo mediatico di Lega Pallacanestro? Sabato scorso abbiamo scambiato due battute con il presidente Egidio Bianchi: c'è rispetto reciproco, non è un caso personale ma la Skysport dove lavora il figlio di Petrucci - che si presenta alle elezioni per il rinnovo senza avversario in campo - ha moltiplicato la sua presenza in A2 perchè evidentemente ci si è accorti dell'interesse crescente.

Tendenza al ribasso: abbiamo perso un tecnico dal valore certo come Rimas Kurtinaitis. Non si sarà capito con la squadra, forse nemmeno con la proprietà - è dura avere un presidente che mette di becco nelle questioni tecniche senza remore - e forse i giocatori non si divertivano più. E' comunque un peccato. Il prossimo tecnico in pericolo potrebbe essere Jasmin Repesa, che non ha più alibi, come del resto i suoi giocatori. Forse vedremo davvero una EA7 che difende. Avevamo scritto dove fosse il problema (nello spogliatoio Olimpia) già da molto tempo: se giocatori, divenuti poi determinanti nelle loro nuove squadre, come Langford a Kazan e Melli a Bamberg avessero preferito emigrare piuttosto che rimanere sotto il cappello di un grande come Armani, dove fosse il problema avrebbero potuto immaginarlo tutti. C'è solo da aggiungere che fin dal minibasket insegnano ai figli che i genitori devono stare lontani dallo spogliatoio, e invece a Milano papà Nando aveva libero accesso. Da come è finita viene da pensare che non ne facesse un uso discreto...

Tendenza all'illegalità: il recupero di campionato tra Chieti e Virtus Bologna - la gara sarebbe prevista il 18 dicembre, ma è stata rinviata perché ai bolognesi mancherebbero i giocatori impegnati negli Europei in Turchia - si farà il 22 febbraio. Non solo dopo che sarà abbondantemente finito il girone di andata del campionato di A2 girone Est, ma anche abbondantemente dopo la conclusione della finestra di mercato invernale. Ovvero: le due squadre che si affronteranno a febbraio potrebbero essere lontane parenti di quelle di adesso. Alla faccia della legalità e dell'equità: se non fosse impegnato a garantirsi gli equilibri elettorali, Petrucci dovrebbe intervenire immediatamente. Chissà ma ogni gara spostata per questo incidente degli Europei pre-natalizi mina la regolarità del campionato, frutto com'è di accordi tra squadre e non di strategia di Lega Pallacanestro.

Infine la provocazione. A tempo di record e senza essere state chiamate direttamente in causa Barcellona e Fenerbahçe hanno fatto sapere attraverso la stampa spagnola e turca di respingere l'ipotesi di prendere con sé Gentile. Un pò per non far credere di aver lavorato contro il dottor Proli per fare un torto a Giorgio Armani insieme al procuratore del giocatore, un pò perchè in questi mesi gli articoli di giornale li avranno letti pure loro e avranno scout che riferiscono, come quelli della NBA... forse, tra le formazioni che si giocheranno davvero l'accesso alla seconda fase di EuroLeague, solo quella di Blatt, il Darussafaka, potrebbe trovare giovamento dall'innesto contando su un tecnico dal carisma e dall'autorevolezza non discutibili da chicchessia. In alternativa perché non andare a perdere qualche chilo di inutile massa muscolare (se l'è levata anche LeBron James) e recuperare una sana gestualità al tiro andando a riportare gratis Treviso in serie A, tanto la motivazione che c'è da curare il mal di schiena è già pronta a giustificare qualsiasi cosa?