Riforme, tante idee, ma...

10.04.2013 11:13 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 2151 volte
Riforme, tante idee, ma...

(Sandro Spinetti) - Leggo e sento molte fonti autorevoli parlare di RIFORME, ormai non rinviabili, talune  riguardano il numero delle squadre (Sabatini), altri sottolineano una certa “concorrenza sleale” tra ricchi e poveri alimentata da un mercato sempre aperto (Recalcati), altri ancora si lamentano del poco spazio dato ai nostri ragazzi (la stessa FIP).

Ma tutto è ancora colpevolmente fermo !

Tutti questi temi, a “piccole dosi” e talvolta in un quadro complessivo, li ho affrontati in tempi non sospetti (almeno da 10 anni), evidenziando che gli “interventi cerotto” erano inutili e controproducenti, che il tempo delle vacche grasse non poteva durare (a partire dal giorno della scomparsa della Virtus Bologna ed altre nobili a seguire….), che la calata degli stranieri non aveva alcun senso, che i Campionati e le Squadre professionistiche o pseudo tali erano troppe, che l’imposizione degli Under era una scemenza, che i formati ed i passaportati ledevano i nostri vivai, che la vendita del titolo sportivo era un’offesa all’etica sportiva e via discorrendo.

Vi chiedo, al momento, cosa è cambiato ?

Sono cambiati 2 Presidenti della Federazione, sono stati confermati i Presidenti delle Leghe maggiori, si sono agitati i Presidenti dei “piani più bassi”, ma i campionati sono stati miscelati da ripescaggi, acquisto del titolo e qualche esclusione, la qualità degli stranieri è crollata, il grand’hotel ed il supermarket ha continuato a girare vorticosamente, spesso a vuoto (tecnico e di risultati) e sono scomparse, apparse e cancellate diverse Società e Squadre anche di “antico lignaggio”.

Sarò un idealista (dice qualcuno), sarò un pragmatico (rimproverano altri), ma con la dovuta modestia per i 60 anni vissuti nella pallacanestro, mai una mia critica è stata orfana di un pari suggerimento e mai un’idea è stata espressa a beneficio di pochi.

La critica è nel 2° capoverso, i suggerimenti, recuperati nel pozzo dei miei ...scritti, seguono appresso:

Campionato Professionistico di Serie A
Unificazione della A e della Lega2 in un Campionato a 20-24 Squadre divise in 2 gironi.
Impianti coperti in parquet di almeno 3.000 posti.
Garanzia Fidejussoria di minimo 3.000.000,00 €.
Giocatori sottocontratto professionistico e documentazione depositata in FIP e Lega.
Roster di 12 con 4 Stranieri (non nati in Italia), più 2 concessi a chi gioca le Coppe, con la possibilità di turnarli in campionato.
1 sola finestra di mercato all’inizio del girone di ritorno, con possibilità di sostituire, in ogni momento, lo straniero colpito da infortunio grave .

Campionato Semiprofessionistico di Serie B
Salary Cup con tetto massimo di 1.500.000,00 €
Recupero delle Squadre esluse da professionismo ed unite alle migliori dei Campionati “etichettati” Dilettanti.
Composizione di  4 Gironi da 12 Squadre ciascuno.
Impianti coperti in parquet di almeno 1.500 posti.
Garanzia Fidejussoria di minimo 500.000,00 €.
Giocatori cartellinati tramite scrittura privata depositata in Lega.
Roster di 12, con 2 Stranieri (giocatori non nati in Italia), sostituibili solo per infortunio od alla finestra di mercatro di metà campionato.
2 finestre di mercato per la sostituzione di Giocatori, stranieri compresi, prima dell’inizio del campionato e prima dell’inizio del girone di ritorno.

Campionato Dilettanti di Serie C Nazionale
Composizione di 8 gironi di 12 squadre con il principio della vicinioretà.
Impianti coperti con almeno 500 posti.
Garanzia Fidejussoria a favore della F.I.P. pari a 100.000,00 €
Giocatori cartellinati previo accordi per il riconoscimento di un rimborso spese non superiore a 25.000,00 € lordi annui.
Roster di 10 Giocatori, ammessi anche Giocatori di diversa Nazionalità (se cartellinati per la F.I.P. da almeno 3 anni ed al 31.12.2013).
3 finestre per la sostituzione di Giocatori ( prima dell’inizio del campionato, prima dell’inizio del girone di ritorno, prima degli eventuali play off e play out).


Campionato Dilettanti di Serie C Regionale
Composizione di 16 gironi di 12 squadre con il principio della vicinioretà.
Nessuna limitazione per i posti degli impianti di gioco.
Garanzia Fidejussoria a favore della F.I.P. pari a 10.000,00 €
Giocatori cartellinati con la sola possibilità di un riconoscimento di 7.500,00 € di rimborsi (esenti); come previste dalla Legge del C.O.N.I.
Roster di 10 Giocatori, ammessi anche Giocatori di diversa Nazionalità (di età superiore ai 30 anni, se cartellinati per la F.I.P. per almeno 5 anni, anche non consecutivi).
Nessuna limitazione temporale per la sostituzione dei Giocatori del roster.

Inoltre:
Abolizione della vendita del Titolo Sportivo,
Cancellazione della norma Proteggi Under,
Revisione del Bonus di Formazione a totale beneficio delle Società.

Sarebbe interessante utilizzare le varie classifiche ed i nomi delle Squadre per “simulare” la composizione dei Campionati secondo le formule proposte, per valutare i risparmi economici, per considerare i vantaggi per i settori giovanili.

Solo dopo esprimere un parere, una critica, una contro proposta, perché dobbiamo passare dalle parole alle scelte e quindi ai fatti, per non fare come la Politica Italiana: ingovernabilità, immobilismo, interessi di parte.

(C) Riproduzione riservata