Noi che amiamo il bel gioco...

Sognamo le grandi arene sold out, i grandi giocatori, lo spettacolo per mantenere in vita la nostra pallacanestro
05.04.2014 10:11 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1779 volte
Gentile contro il Barcellona
Gentile contro il Barcellona

L'Armani con una partita travolgente ha posto fine all'imbattibilità del Barcelona nelle Top 16. I Catalani non sono mai stati in partita e hanno subito una dura lezione sotto tutti i punti di vista. Milano ora è una seria candidata alla vittoria finale potendo anche contare sul fattore campo. Obiezione: non si sono giocati ancora i quarti di finale contro il Maccabi. L'EA7 sta attraversando un momento di forma atletica straordinaria che nessun team europeo è in grado di contrastare. La grande difesa messa in mostra è figlia di questa condizione fisica straripante che permette ai giocatori milanesi di avere una capacità reattiva superiore a tutti gli avversari. La forza difensiva genera una fiducia incredibile in attacco dove finalmente tutti toccano la palla e di conseguenza si creano tiri ad alta percentuale. Il lavoro dentro l'area sia in attacco che in difesa dei centri e delle ali forti è impeccabile e ad eccezione di Madrid nessuna formazione ha la qualità offensiva di Milano nel muovere la palla.

L'Armani sta giocando la sua miglior pallacanestro nel momento cruciale della stagione e questo è un merito dello staff tecnico. Questa squadra non deve essere paragonata a quelle del passato perché spesso le “cose vecchie” sembrano migliori anche se non lo sono e poi ogni epoca ha il suo stile di gioco: trovo retorico entrare in paragoni improbabili con squadre “antiche”. La squadra gioca bene da quando ha una point guard leader (Hackett) e un centro dominante (Samuels) anche se qualcuno si intestardisce a negarlo.

Il pubblico, coinvolto dal sistema di gioco aggressivo, sta rispondendo in modo fantastico con una grande affluenza al Forum. La magia delle notti europee non è neanche paragonabile all'appeal scarso del nostro campionato.

I Top Team devono creare una Super Lega per offrire uno spettacolo che attiri nelle arene il grande pubblico e l'attenzione dei media. Il presidente di Venezia, per garantirsi uno spazio importante sul palcoscenico della Pallacanestro, parla giustamente di area metropolitana. Le squadre devono avere un bacino d'utenza importante per poter aspirare a competere ad alti livelli e per reperire risorse di rilievo.

Milano offre un buono spettacolo ma purtroppo poche altre squadre del campionato italiano sono in grado di contrapporsi in modo adeguato all'Armani; questo a lungo andare sarà un problema perché pochi team saranno competitivi e il campionato italiano perderà ulteriormente interesse: l'alternanza al vertice attira pubblico e grandi sponsor.

I tifosi delle grandi città hanno bisogno delle sfide europee per infiammarsi, la dimostrazione lampante è la partita con il Barca che malgrado non fosse determinante per la classifica ha richiamato 12000 spettatori al Forum.

Amiamo il bel gioco, le grandi arene sold out, i grandi giocatori, lo spettacolo,...proiettiamoci nel futuro per mantenere in vita la Pallacanestro.

Trasparenza dei bilanci abbinata a criteri sulle scelte dei giocatori porterebbe al risparmio e all'equilibrio sportivo. Migliorare la comunicazione, specialmente via web, è la nuova sfida per attirare i giovani.

Gli impianti di gioco devono essere confortevoli e a misura famiglia: prendiamo esempio dal calcio che sta ridimensionando gli stadi perché non sono gli incassi del botteghino una priorità nel bilancio ma il business indotto. Se vogliamo gli stadi affollati perseguiamo una politica che porti al ribasso del costo biglietti perché il momento economico lo richiede.

Il rugby può essere preso ad esempio in quanto ai suoi tornei partecipano sempre squadre di diversi continenti e di conseguenza i main sponsor sono sempre aziende di grande importanza.

Creiamo sempre l'avvenimento per attirare l'interesse e qui marketing e comunicazione devono essere all'altezza del compito per vincere la sfida.

Amiamo il bel gioco, pretendiamo il bel gioco perché solo questo salverà il nostro sport!

 

Sogni: vedere una pallacanestro finalmente diventare Basketball a tutti gli effetti, non solo sulla carta.

 

Buona pallacanestro a tutti

 

Carlo Fabbricatore