Le fantastiche quattro: è tempo di semifinali in Serie A

30.05.2014 09:55 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Bobby Jones
Bobby Jones

Fuoco alle polveri: stanno iniziando le semifinali del campionato! L'EA7 parte nettamente favorita, sembra quasi che per Milano le partite di semifinale e finale debbano essere una formalità. Ma sarà così? 
L'EA7 ha un roster infinito e il vantaggio di giocare sempre in casa l'ultima della serie in virtù del primo posto in classifica del campionano. L'analisi tecnica ruolo per ruolo evidenzia una superiorità schiacciante dei milanesi rispetto agli altri team: nessun avversario può reggere il talento offensivo e lo strapotere fisico delle guardie e delle ali dell' Armani.  
La difesa, in certe partite, si è dimostrata uno scoglio insormontabile per le altre formazioni. 
Il tallone d'Achille potrebbe essere il nervosismo che spesso genera falli tecnici e antisportivi che permettono agli avversari recuperi importanti: esempio lampante la serie con Pistoia. Altro fattore che può destare preoccupazione è l'alternanza delle  prestazioni di alcuni giocatori chiave come Langford, Gentile, Melli e Jerrells. L'allenatore ultimamente non ha la serenità di inizio anno e questo può accumulare ulteriore ansia nei  giocatori.
La Dinamo Sassari per impensierire Milano deve mettere in mostra una difesa solida altrimenti sono dolori. Pistoia ha rappresentato un test veritiero  e ha messo in evidenza che il repentino cambio di difese inceppa i meccanismi offensivi dei milanesi. Moretti ha dimostrato inoltre che raddoppiare i centri in post basso e le situazioni di miss match di Hackett crea gravi problemi a Milano nella circolazione della palla. La Dinamo saprà imitarla?
Sassari diventa pericolosa se è in giornata nel tiro da tre ma se si inceppa il meccanismo offensivo è tutta un'altra musica. E' una formazione da canestri in striscia e se Milano parte deconcentrata potrebbe andare incontro a una pericolosa corsa a handicap. Dopo la vittoria in Coppa Italia mai dire mai. Pericolosa, da prendere con le molle!
Roma, una delle squadre più difficili da incontrare, ha creato un mix ad alto potenziale offensivo e difensivo con  giocatori eclettici e specialisti. Guardie tiratrici anche se con medie alterne (eccetto Baron) e guardie che penetrano compongono un reparto di grande interesse. Bobby Jones è uno dei miei giocatori preferiti perché fa quello che i conoscitori del gioco apprezzano: blocchi duri, falli intimidatori e  tiri giusti.  E' un uomo da play off. Riaprono per l’occasione le porte del Palalottomatica. Sarebbe stato impensabile giocare questa affascinante sfida in un palazzetto indecoroso come quello di Viale Tiziano, dove la luce rende difficilissimo tirare da fuori. Un po’  come se il Milan nel calcio non giocasse al Meazza, ma in un campetto di periferia!
Ho lasciato per ultima Siena. La società è stata distrutta da vicende che nulla hanno a che fare con la pallacanestro ma Crespi è riuscito a tenere la squadra in una sorta di bolla di vetro. Straordinario! Merito del DNA vincente? Non direi, visto che, escluso Ress, non è rimasto nessun giocatore  importante del precedente ciclo di vittorie, quindi diamo i giusti meriti a Marco. La squadra è allenata bene ed esprime un gioco piacevole; tutti i giocatori sono migliorati da inizio anno. Potrebbero essere le ultime partite di Siena quindi è giusto fare il più grande in bocca al lupo alla Città e ai giocatori.

Pronostico personale: Milano a fatica  batte Sassari e Siena compie un'impresa contro Roma.
Dimenticavo: non indovino mai un pronostico.

 

Buona Pallacanestro a tutti.

Carlo Fabbricatore