COMETE o STELLE nel panorama Futuro del nostro BASKET ?

22.12.2012 09:45 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1242 volte
COMETE o STELLE nel panorama Futuro del nostro BASKET ?

(Giovanni Venuto)* - In due film di successo sulla vita di Mozart e di Michelangelo chi ha avuto il piacere di vederli, ha verificato  che il TALENTO non conosce la Nazione, il Sesso, la Religione o il colore della pelle. Entra nel DNA e si sviluppa e manifesta  fin dall’infanzia del  Futuro Fenomeno. La storia e i fatti confermano che se alla Natura non viene affiancato un DURISSIMO lavoro quotidiano fatto di sacrifici e di passione, difficilmente nascera’ una STELLA Lucente, ma solo una METEORA che scomparira’ presto. Dopo la premessa entriamo nell’argomento BASKET; ho sempre saputo che chi ha allenato nei settori giovanili senza pensare alle vittorie odierne, ma a costruire  futuri atleti, completi tecnicamente e fisicamente, nel tempo ha visto il suo lavoro dare risultati buoni e anche ottimi. Purtroppo il 90% delle Societa’ Sportive ha DUE esigenze prioritarie, la prima è quella di impegnare le Risorse economiche alle prime squadre per ovvie ragioni di ambizioni e di classifica e la seconda è di ott
enere subito tutto e di piu’. In tale contesto i settori giovanili vengono affidati a giovani e spesso giovanissimi istruttori, che hanno all’inizio passione e  anche voglia di fare, ma quando dall’altra parte ci sono dei dirigenti che  rimborsano poco e male questi tecnici, pretendendo ripeto risultati immediati, allora quest’ultimi trascurano di pensare al domani dei giocatori che allenano e per vincere scelgono scorciatoie che pagano qualcosa all’inizio, ma che presto faranno emergere lacune tecniche individuali spesso molto difficili da riparare. Per diventare un buon Allenatore o Manager di successo, gli americani dicono che solo (UNA GAVETTA DURA) puo’ dare esperienza sufficiente per incarichi importanti; certo questa è una regola e ognuno sa che ad ogni regola ci sono delle eccezioni, ma occorre ricordare che le eccezioni non fanno la regola…..ERGO i giovani istruttori vanno incentivati  in soldini  dalle societa’.  Nel contempo il CNA deve pretendere  che i futuri allenatori facciano dei percorsi di perfezionamento molto qualificato, perche’ la base e il futuro di ogni SPORT si prepara a tappe, senza BALZI frutto di Raccomandazioni all’Italiana, perche’ non è piu’ il tempo delle Meteore, la globalizzazione è entrata in ogni settore della vita e quindi è stato e sara’ sempre di piu’ il TEMPO delle STELLE.
P.S. AUGURONI di Buon Natale a TUTTI proprio tutti.

*coach