Champions League - Una Dinamo modesta di fronte all'AEK Atene

08.11.2016 21:50 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 270 volte
Champions League - Una Dinamo modesta di fronte all'AEK Atene

La Dinamo Banco di Sardegna non trova l’impresa sul campo dell’Aek Atene e cade alla OAKA Olympics Indor Hall, senza siglare il primo successo esterno in Basketball Champions League. I padroni di casa dominano fin dal primo tempo dove, complici anche le ottime percentuali dall’arco, chiudono al 20’ avanti di 21. Nel secondo tempo i ragazzi di coach Pasquini non riescono a invertire l’inerzia del match e inseguono fino alla fine.

Una sconfitta tosta ma inflitta da un avversario di enorme valore, candidato ad arrivare alle Final Four della competizione, che per Devecchi e compagni deve costituire lo sprono a dare ancora di più sul campo a partire già dalla prossima sfida. Domani la squadra farà rientro in Sardegna, giusto il tempo per ripulirsi dalle scorie e i ragazzi dovranno concentrarsi subito sul prossimo match in agenda. Domenica 13 i giganti sono attesi al Mediolanum Forum per la sfida con l’Olimpia Milano di Jasmin Repesa: un appuntamento al quale la Dinamo dovrà presentarsi tirata a lucido, con fame e voglia di riscatto.

Round 4 Basketball Champions League. Alla Oaka Olympics Indoor Arena di Atene i giganti scendono in campo per affrontare la corazzata greca dell’Aek. Devecchi e compagni incontrano sul loro cammino una delle candidate ad arrivare fino in fondo nella competizione continentale del gruppo E, che finora è caduta solo con il Besiktas. Sugli spalti del palazzetto un gruppo di fedelissimi tifosi sardi che hanno accompagnato i giganti nella seconda trasferta di BCL: anche nella capitale greca sventola la bandiera con i quattro mori.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Johnson-Odom, Lacey, Sacchetti, Lydeka e Carter, coach Zdovc risponde con Ukic, Vasileiadis, Larentzakis, Mavroeidis e Williams. È Tau Lydeka ad aprire le danze, gli ospiti partono forte mettendo a segno un parziale di 10-0. Minuto per coach Pasquini che scuote i suoi: reazione biancoverde al rientro sul parquet. Mini break con bomba di Sacchetti, layu p di Lacey e canestro di Savanovic. La risposta greca non si fa attendere: i padroni di casa con Dixon, Milosevic e Vasileiadis chiudono il primo quarto 27-13. Nella seconda frazione l’Aek bombarda dai 6,75 con Vasileiadis, Ukic e Williams e vola sul +20. I giganti trovano punti e respiro con Savanovic e Sacchetti (47-26). Al rientro dagli spogliatoi Atene continua la sua cavalcata, sfruttando le sviste dei sassaresi per aprire il contropiede e bombardando dall’arco. Per i sardi ci sono le bombe di Djo, Stipcevic, e Monaldi e un canestro and one di Olaseni. L’Aek scappa via, al 30’ il tabellone dice 60-38. Negli ultimi dieci minuti il copione non cambia: Atene scappa e Sassari insegue. Alla OAKA Olympics Indoor Hall finisce 78-58.

Aek Atene 78 - Dinamo Sassari  58 (27-13; 47-26; 60-38)

Aek Atene. Ukic 11, Sakota 10, Vasileiadis 8, Milosevic 7, Dixon 13, Larentzakis 2, Falker 2, Moraitis , Mavroeidis 10, Skoulidas, Williams 15, Tsalmpouris. All. Jure Zdovc

Dinamo Sassari. Johnson Odom 17, Lacey 4, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti 5, Lydeka 10, Savanovic 9, Carter, Stipcevic 5, Olaseni 3, Ebeling, Monaldi 5. All. Federico Pasquini.