Champions League - Sidigas troppo solida per Strasburgo. Vittoria di rincorsa nel segno di Ragland e Randolph

26.10.2016 22:46 di Massimo Roca  articolo letto 646 volte
Champions League - Sidigas troppo solida per Strasburgo. Vittoria di rincorsa nel segno di Ragland e Randolph

Il Pala Del Mauro è fortino inespugnabile. Il ritorno dell’Europa sul parquet irpino porta in dote il sedicesimo successo consecutivo della Sidigas. Si arrende anche lo Strasburgo dopo una gara che gli ospiti hanno condotto per larghi tratti. Coach Dettmann ha provato a tappare gli spifferi mischiando le carte nel quintetto. Il contributo dei baby Ntikilina e Cortale, la concretezza e versatilità di Leloup ma soprattutto il 6/9 da tre di Slaughter (47,9 di squadra da oltre l’arco) non è bastata a fermare l’istinto killer della solkita Avellino, uscita alla distanza, che ha trovato forza dalla difesa esaltandosi con i protagonisti di sempre Ragland, Green e Leunen ma con un Randolph oltre che prolifico anche chirurgico. Al di là dei 24 punti con il i9/11 dal campo la guardia americana ha saputo essere decisivo nei momenti più complicati sia in avvio sia nell’ultimo quarto.

LA GARA - Dettmann lascia in panchina Walker e Murphy. E’ il diciottenne Ntikilina ad uscire meglio dai blocchi. Lo Strasburgo doppia gli avversari al 5’ (6-12). Ragland si mette in proprio con un paio di penetrazioni: la terza innesca la schiacciata di Randolph. L’ex Alabama in uscita dalla panca ne mette sette in fila (16-12 all’8’). I francesi provano a mischiare le carte con il doppio play Walker-Lacombe e l’ingresso di Murphy (18-18 al 10’). Ma è la difesa a zona a pagare dividendi importanti. Sotto canestro la coppia Cortale-Murphy imbavaglia Fesenko, mentre Slaughter allunga da oltre l’arco (20-27) sfruttando il momento di confusione in casa Sidigas.

POLVERI BAGNATE - Si viaggia a strappi, le palle perse dei francesi consentono ad Avellino di piazzare un break di 9-0 con sette punti consecutivi di Ragland (29-27 al 18’). Pronto ed inesorabile il controbreak dei biancorossi. Gli esterni di Avellino hanno le polveri bagnate dall’arco contro la zona di coach Dettmann. Il finale di tempo è severo per la Sidigas che incassa un parziale di 13-0 per mano delle triple di Walker, di un positivo Leloup e di un mortifero Slaughter. Il dato nel tiro pesante è eloquente: 2/11 per Avellino, 5/8 per Strasburgo.

BREAK E CONTRO BREAK - Il terzo quarto ribalta completamente il tema. Strasburgo riesce ad allungare anche sul +15 (33-48) grazie ad un Ntikilina da applausi. Nel momento più buio, la Sidigas si rifugia nella difesa a zona. Sacripanti rispolvera la coppia Green-Ragland. La transizione fa il resto ed arriva anche il tiro da tre: il parziale di 14-0 porta i padroni di casa prepotentemente nel match (47-48 al 28’). Ma ecco la sentenza Slaughter. Chirurgica la guardia americana che con le sue due triple a cavallo dell’ultimo mini intervallo restituisce l’inerzia agli ospiti (51-56).

FINALE ELETTRICO - Avellino cavalca con poco successo Fesenko che carica di falli i lunghi avversari, ma non capitalizza né dal campo né dalla lunetta. L’ingresso di Cusin ed il cambio di passo difensivo sono il segnale importante. La scossa arriva da Randolph: tripla dal palleggio. Al resto ci pensano la solita triade Green-Ragland-Leunen: una tripla a testa e Strasburgo sprofonda (68-60) con un parziale di 16-2 in favore dei biancoverdi. Sembra fatta: nulla di più falso. Slaughter continua a mitragliare ed una palla persa a metà campo di Avellino consente a Lacombe di riaprire i giochi (68-67) nell’ultimo giro di lancette. Lo 0/2 dalla lunetta di Green a 9 secondi dal termine sembra una iattura. Slaughter rinuncia a alla tripla per cercare un improbabile alley-hoop per Jaiteh. La lotteria dei liberi negli ultimissimi secondi premia il 4/4 di Leunen che chiude i giochi.

SIDIGAS AVELLINO – SIG STRASBURGO: 72-69 (18-18; 11-22; 22-13; 21-16)

Sidigas Avellino: Zerini, Ragland* 16, Green 3, Esposito n.e., Leunen* 14, Cusin* 5, Severini 2, Randolph 24, Obasohan*, Fesenko 7, Thomas* 1, Parlato n.e. Coach: Sacripanti

SIG Strasburgo: Lacombe 4, Slaughter* 22, Leloup* 9, Sy* 5, Walker 7, Jaiteh* 6, Cortale 4, Kwedi n.e., Ekembe n.e., Ntikilina* 10, Murphy 2. Coach: Dettmann