Champions League - Sidigas esordio in trasferta con vittoria, battuta Mega Leks

18.10.2016 21:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 213 volte
Champions League - Sidigas esordio in trasferta con vittoria, battuta Mega Leks

L’esordio in Champions League per la Sidigas Avellino si chiude con una vittoria. In Serbia contro il Mega Leks la squadra di Sacripanti si è imposta con il punteggio di 70-84. I biancoverdi sono stati sempre in controllo della gara, ed il coach irpino ha avuto ottime indicazioni da tutti i suoi giocatori. Ottime le prove di Ragland con 25 punti e Randolph autore di 21 punti. Domenica i biancoverdi saranno impegnati sul campo di Pesaro per la quarta giornata di Lega A.

Parte bene la Sidigas in difesa, mentre in attacco sbaglia da tre con Randolph. A rompere il ghiaccio ci pensa Ragland con tre liberi. Il Mega Leks risponde con Kaba che ruba palla a Ragland. I serbi si mettono a zona e vengono puniti sistematicamente da Cusin, mentre Obasohan segna dalla lunga distanza (9-12). Entra Zerini e subito segna da tre, fa altrettanto Ragland dopo una penetrazione di Randolph in contropiede, +7 per la Sidigas (13-20). Mini parziali del Leks con 4 punti consecutivi dalla lunetta di Tejic e Simeuonovic. Fesenko dall’altro lato segna da dentro l’area, sulla sirena però, Jamaraz fissa il punteggio del primo quarto sul + 3 Avellino (19-22).

Jamaraz ancora in penetrazione, ma prima Zerini, e poi Severini da tre, ridanno il + 7 alla Sidigas (21-28). Simeunovic segna due punti in sospensione, ma i biancoverdi alzano l’intensità difensiva ed in attacco trovano canestri dalla lunga distanza con Zerini prima, e Ragland poi, che costringono il coach serbo a chiamare time-out (23-34). Personalissimo parziale di Zagorac, dopo due punti di Fesenko, che prima converte un gioco da tre punti e poi segna in penetrazione, Sacripanti decide di chiamare time out (28-36). La Sidigas ferma il suo attacco ed i padroni di casa trovano punti facili dalla lunetta con Kaba e Novak che riportano i serbi a -2, ma sull’ultima azione del quarto Fesenko realizza da dentro; (34-38).
Il terzo quarto si apre con Kaba che segna in tap-in, dopo un canestro da tre di Ragland. I serbi sono più reattivi a rimbalzo e si portano a -1 con Simeunovic dalla lunetta (40-41). La Sidigas si scuote grazie al solito Ragland. La difesa di Avellino diventa più aggressiva e a rimbalzo gli irpini subiscono di meno. Ne giova l’attacco che con Green da tre, e quattro punti di Randolph danno il +12 alla Sidigas (41-53). I serbi non sono mai domi e si riportano sotto con Tejic e Mushidi, ma Green fa bottino pieno dalla linea della carità e Cusin nell’ultima azione del quarto segna due punti da dentro l’area;       (48-57).

L’ultima frazione vede i serbi partire forte con il solito Kaba che colleziona un 4-0 di parziale, ma ancora Randolph e Ragland riportano Avellino a + 9; (55-64). Kaba schiaccia, Leunen però, dà il +10 alla Sidigas con una tripla; (57-67). Ultimi minuti dove Ragland e compagni prendono in mano la gara e si portano sul +14; (65-79). Nell’ultimo minuto il Mega Leks prova una reazione con Jamaraz e Kaba, la Sidigas però la chiude con Leunen da tre e Randolph in penetrazione, fissando il punteggio sul 70-84 finale.

Mega Leks - Avellino 70-84 (19-22, 34-38, 48-57)

Mega Leks: Mushidi 8, Djokovic, Jaramaz 4, Veljkovic, Milisvljevic, Kaba 18, Zagorac 7, Cancar 2, Simeunovic 8, Tejic 8, Novak 15.

Avellino: Zerini 9, Ragland 25, Green 5p+10as, Esposito, Leunen 6, Cusin 6, Severini 3, Randolph 21, Ojomoh 3, Fesenko 6, Parlato.