Champions League - Non riesce il colpo alla Scandone Avellino in casa Aris

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 209 volte
Champions League - Non riesce il colpo alla Scandone Avellino in casa Aris

Non riesce il colpo alla Sidigas Scandone Avellino sul campo dell’Aris Salonicco. I padroni di casa battono gli irpini 59-56. Gli uomini di Sacripanti sono stati avanti per gran parte del match che si è risolto solo nel finale.

La Sidigas vuole da subito imporre il proprio ritmo. I biancoverdi difendono bene nonostante concedano qualche rimbalzo offensivo di troppo; in attacco è N’Diaye il protagonista con due belle schiacciate su assist di Filloy e Rich. Wells si mette in proprio ed Avellino conduce per 4-6. Le due squadre segnano poco ma è sempre la Sidigas a comandare il gioco. Rich si sblocca in sospensione dopo un layup di Vasilopoulos. Entrano Zerini e D’Ercole: il primo subito si fa notare in attacco con due liberi ma una tripla del numero 21 greco porta le squadre in parità al termine del primo quarto (12-12).

La seconda frazione si apre con il mini break irpino di 4-0 grazie a due canestri da sotto di Ortner. L’Aris risponde prontamente andando a segno con Bell (14-16). Come nel primo quarto, i due team non trovano la via del canestro: l’unico a farlo è Petway dalla media distanza (16-16). Dopo un libero di N’Diaye, parziale dei padroni di casa che si portano avanti con Bell e Petway, ma ci pensa Rich a bloccare la fuga dei greci segnando da sotto (20-19). Due liberi di Vasilopoulos danno il +3 a Salonicco ma Filloy pareggia nuovamente i conti con un tiro da tre. Risponde alla stessa maniera Bell mentre Rich segna da sotto (25-24). I biancoverdi ritornano avanti grazie a Leunen che fa 1/2 ai liberi, e Filloy che da dentro l’area appoggia comodamente al vetro. Al 20’ la Sidigas chiude sul +2 (25-27).

Al ritorno dall’intervallo lungo la Scandone vuole scappare: parziale di 6-0 firmato Leunen e Wells che segnano dalla lunga distanza e regalano il + 8 ai biancoverdi (25-33). L’Aris non ci sta e risponde con la tripla di Bell ed un canestro di Morant ma è poi N’Diaye a segnare 4 punti consecutivi e ristabilire le distanze (30-37). Rich realizza due volte in sospensione, i padroni di casa invece si affidano solo a Bell (33-41). Parziale dell’Aris che si porta a -4 grazie ad Athinaiou. Torna Zerini e ricaccia al mittente ogni tentativo di rimonta con un tiro da tre (37-44). Il quarto si chiude con il canestro in penetrazione di Weaver che fissa il punteggio sul 39-44.

Le due squadre nei primi minuti dell’ultimo periodo non trovano il modo di realizzare. N’Diaye segna alla sua maniera per due volte mentre una tripla di Athinaiou prova a riportare sotto Salonicco (43-49). Parziale dell’Aris dopo una schiacciata di N’Diaye: Bell segna dai 6,75 e Vaughn con la penetrazione, Sacripanti chiama time out (49-51). Rich realizza da sotto, ma la tripla di Vasilopoulos e un gioco da 3 di Vaughn, riportano l’Aris in parità (55-55). I padroni di casa si portano avanti con un layup di Vasilopoulos (57-55). N’Diaye fa 1/2 mentre Athinaiou segna da dentro l’area nonostante una buona difesa degli irpini. Nell’ultima azione Rich ci prova da tre ma non segna, Salonicco batte Avellino 59-56.